Fonte ingv

Scossa di ML 4.2 in Slovenia al confine con il Friuli Venezia Giulia

Il terremoto è stato avvertito dalla popolazione del Friuli Venezia Giulia e anche in Veneto, la protezione civile è all’opera da questa mattina all’alba per le verifiche del caso ma al momento non si registrano danni

Una scossa di terremoto di ML 4.2 (Glossario INGV, vedi voce magnitudo ML) è stata registrata alle 4:50 in Slovenia, vicino al confine con il Friuli Venezia Giulia.

Secondo i rilevamenti dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), il sisma ha avuto ipocentro a 7 km di profondità ed epicentro nella slovena Plezzo. La scossa è stata chiaramente avvertita dalla popolazione del Friuli Venezia Giulia e anche in Veneto, ma non si hanno al momento segnalazioni di danni a persone o cose. 

Una squadra della Protezione civile di Cividale "da stamani alle 05.30 è all'opera per le verifiche di risentimento sismico nel territorio comunale, a seguito del terremoto". Lo informa la stessa Pc cividalese attraverso la propria pagina Facebook. 

Sono oltre 40 le chiamate al numero d'emergenza della Protezione civile e più di 50 quelle arrivate al Nue 112 di cittadini allarmati per la scossa di 4.2 registrata all'alba. Lo conferma l'assessore regionale alla Protezione civile, Riccardo Riccardi. Anche in Slovenia e a Caporetto, epicentro del terremoto, non risultano al momento danni particolari. Lo conferma il sito del Delo.

Si tratta della seconda scossa di terremoto in meno di una settimana. L'ultima è stata registrata lunedì 13 luglio, di magnitudo 3.7 della scala Richter, con epicentro a Tramonti di Sopra e a una profondità di dieci chilometri.

Red/cb
(Fonte: Ingv, Messaggero Veneto)