(fonte foto: Regione Veneto)

Scuola sicura Veneto, le tappe conclusive. Bottacin: "Importante crescita culturale e umana"

Ottimi risultati per l'iniziativa "Scuola Sicura", ciclo di appuntamenti focalizzati sui temi dalla Protezione Civile e dedicati agli istituti scolastici del Veneto,  per approfondire e incentivare la sicurezza non solo nelle scuole ma negli ambienti di vita quotidiana

La penultima tappa di "Scuola Sicura Veneto" è andata in scena sabato mattina, 26 maggio, a Torre di Mosto, nel veneziano, presso le scuole medie "G. Leopardi". Come di consueto l'esercitazione, ideata dall'assessorato
regionale alla protezione civile, si è aperta con diverse prove di evacuazione e sono state spiegate le procedure in caso di sisma e di incendio: allarme, avvio procedure, evacuazione propriamente detta e recupero dei feriti da parte dei soccorritori.
Successivamente, sotto la guida tecnica del personale regionale dell'assessorato e della direzione protezione civile, insieme ai vigili dei fuoco, alle forze locali di polizia, alla Croce Rossa di Torre di Mosto, ai locali gruppi di protezione civile e alle unità cinofile si è svolta un'analisi delle azioni compiute da alunni e insegnanti.
Sono poi state presentate le funzionalità dei diversi mezzi d'emergenza intervenuti, tra cui l'elicottero del Suem 118.


Nel suo intervento l'assessore regionale alla Protezione Civile, Gianpaolo Bottacin, ha evidenziato come "queste esercitazioni rappresentino un'importante crescita culturale ed umana, oltre ad essere elementi di approfondimento preziosi per incentivare la sicurezza non solo nelle scuole ma negli ambienti di vita quotidiana".


Al termine della giornata è stato consegnato un volumetto, scritto con un linguaggio semplice, con le principali regole e i rischi da conoscere e anche con i riferimenti locali di protezione civile.
L'ultima tappa di Scuola Sicura per la stagione primaverile 2018 si è svolta ieri, lunedì 28 maggio, a Rovigo città.


red/pc
(fonte: Regione Veneto)