Sicilia, geyser sui Nebrodi.
Ingv smentisce: solo
un fenomeno carsico

Nel comune di Floresta (ME), il più alto dell'isola, trovata una cavità, profonda 200 metri, dalla quale fuoriesce vapore

Sembrava un geyser, ma invece è solo una grotta. Gli esperti dell'ingv lo hanno stabilito questa mattina a Floresta (ME), comune più alto dell'isola che si trova all'interno dei Monti Nebrodi, dove nei giorni una guardia forestale aveva scoperto una cavità nel terreno, del diametro di circa un metro e mezzo e profonda quasi 200 metri, dalla quale fuoriesce del fumo. Da qui la segnalazione fatta dall'amministrazione comunale e dal corpo forestale.

Inizialmente si pensava che il fenomeno fosse una manifestazione di "vulcanismo secondario", anche per la vicinanza con l'Etna e le Eolie, ma - come riporta il sito amnotizie.it - gli esperti hanno stabilito che si tratta dello sfiatatoio di una grotta carsica. Il fumo che proviene dal terreno è il vapore che si è creato con il contrasto tra il calore del sottosuolo e il freddo dell'esterno ed è escluso ogni collegamento con attività vulcaniche. Ora spetterà agli speleologi calarsi nello sfiatatoio ed ispezionare la grotta.

Red - ev