(fonte foto: kataweb.it)

Sisma L'Aquila: ad Onna
inaugurati due cantieri

Grazie al contributo di 3,5 milioni di euro da parte della Germania, sono stati inaugurati sabato 4 maggio due cantieri per la ricostruzione culturale di Onna, frazione devastata dal terremoto del 6 aprile 2009

Onna: una frazione de L'Aquila completamente devastata dal terremoto del 6 aprile 2009. La maggior parte delle case di questa piccola frazione crollarono sotto la forza della scossa e il 15% dei suoi abitanti perse la vita: 41 persone su 280. Da allora gli sfollati della cittadina continuano a vivere nei moduli abitativi provvisori, e il centro del paese è ancora zona rossa.

Sabato 4 maggio 2013 sono stati inaugurati due cantieri, segnale di una lenta ricostruzione in partenza. Il sostegno per far partire i lavori arriva dalla Germania che ha deciso di finanziare alcuni interventi con 3,5 milioni di euro. I due cantieri sono per la ricostruzione della Chiesa di San Pietro Apostolo e della Casa della Cultura.
La Chiesa di San Pietro Apostolo dopo la scossa del 6 aprile ha rivelato sotto i suoi muri degli affreschi risalenti all'inizio del 400, a testimonianza dei tesori nascosti sotto le macerie. La Casa della Cultura invece sarà sostanzialmente un museo archeologico con reperti di varie ere. Un terzo progetto sostenuto dalla Germania, e ultimato, è Casa Onna, il nuovo centro civico e sala multifunzionale della frazione.

All'inaugurazione erano presenti il Ministro tedesco per l'Edilizia Peter Ramsauer, il neo Ministro Italiano per i Beni e le Attività Culturali Massimo Bray, alte autorità della Provincia de L'Aquila, il sindaco de L'Aquila Massimo Cialente, la senatrice Stefania Pezzopane e altre personalità importanti impegnate nella ricostruzione.
"Vogliamo una struttura sacra antisismica che mantenga l'aspetto della Chiesa prima del 2009. A tal fine abbiamo accordato un finanziamento di 3,5 milioni di euro. A mio avviso, su di noi ricade una responsabilità molto particolare. L'11 giugno del 1944 furono dei tedeschi che inflissero a Onna sofferenze inenarrabili. Con la ricostruzione sostenibile della Chiesa di San Pietro Apostolo vogliamo fornire una testimonianza di riconciliazione e amicizia fra i nostri due Paesi" ha sottolineato il Ministro Ramsauer. Nell'ambito di una cerimonia solenne, il Ministro Federale Ramsauer ha poi inaugurato la nuova campana della Chiesa, regalo della Repubblica Federale di Germania.


Redazione/sm