fonte: Comune di Siviglia

Siviglia nominerà e classificherà le ondate di calore come si fa con gli uragani

"Siamo la prima città al mondo a fare un passo che ci aiuterà a pianificare e prendere misure quando si verifica questo tipo di evento meteorologico", ha detto il sindaco Antonio Muñoz

La città di Siviglia, nel sud della Spagna, diventerà la prima al mondo a dare un nome e classificare le ondate di calore, proprio come accade per le tempeste tropicali o gli uragani, nel tentativo di proteggere meglio i residenti man mano che i periodi di clima eccessivamente caldo diventano più frequenti. Il progetto pilota della durata di un anno in una delle città più calde della Spagna classificherà le ondate di calore in tre categorie. L'iniziativa fa parte di una più ampia serie di misure, dalla riduzione delle emissioni alla decarbonizzazione, volte a contrastare la crisi climatica, ha affermato il sindaco della città, Antonio Muñoz.

Un progetto pilota
"Siamo la prima città al mondo a fare un passo che ci aiuterà a pianificare e prendere misure quando si verifica questo tipo di evento meteorologico, in particolare perché le ondate di calore colpiscono sempre i più vulnerabili", ha osservato Muñoz in una dichiarazione questa settimana. Il programma pionieristico arriva pochi giorni dopo che la Spagna ha sofferto una tra le peggiori ondate di calore mai registrate e dopo un maggio che è stato classificato come il più caldo degli ultimi 58 anni. La frequenza delle ondate di calore in Spagna è raddoppiata rispetto ai decenni precedenti, secondo l'agenzia meteorologica statale Aemet.

Come funziona la classificazione
Al centro del progetto pilota c'è un algoritmo che prevede le ondate di calore fino a cinque giorni in anticipo e le classifica in base al potenziale impatto sulla salute umana e sulla mortalità. A seconda della classificazione, sono previsre misure specifiche come l'apertura di piscine comunali o l'invio di operatori sanitari per il controllo di anziani o altri soggetti a rischio. Le ondate di calore che raggiungono la categoria 3, la più grave, saranno denominate in ordine decrescente dell'alfabeto spagnolo. I primi cinque nomi sono già stati scelti: Zoe, Yago, Xenia, Wenceslao, Vega.

red/mn

(fonte: Guardian)