#SMEMChatIT: tutti i martedi'
su Twitter si parla di #SMEM,
social media in emergenza

Il Servizio di Protezione Civile del Comune di Pisa, che proprio di recente ha vissuto l'allerta esondazione Arno, si sta predisponendo all'uso dei social media in emergenza. Gabriella de Filippis, tirocinante presso tale Servizio, è stata invitata a parlarne nella SMEMChatIT che si tiene tutti i martedì

E' arrivata alla sua 15esima puntata la #SMEMChatIT attivata da Colum Donelly @columdonnelly, Social Media Emergency Management Evangelist, e da Massimiliano Mesenasco @MMesenasco Specialist in Crisis & Reputation Management: ogni martedì dalle 19 in poi i due esperti invitano ospiti diversi a discutere di SMEM (social media emergency management), cioè del tema della comunicazione dell'emergenza tramite social media, argomento sempre più discusso e attuale.
L'ospite di martedì scorso era Gabriella de Filippis - @defilippisgabri -, laureata in scienze politiche, tirocinante presso il Comune di Pisa, settore Protezione civile -#ProtCivComunePi - dove si occupa di comunicazione in emergenza e strategie di prevenzione. Altri partecipanti: Chiara Bianchini (@chiarabianchini), Radio Perusia - @RadioPerusia -, Luca Tempestini - @ilbisbetico -, il direttore del nostro giornale Luca Calzolari @lcalzolari, la nostra redazione @giornaleprociv, Silvana Rosiello @silvien64, CER ProtezioneCivile @CerRieti,  Nicola Lazzarini @nico_lazz, VAB @VAB_lombardia

Con Gabriella de Filippis si è parlato di come il Comune di Pisa si stia organizzando per la comunicazione in emergenza tramite social (@ProCivComunePi  - pagina #Facebook del comune di Pisa): "Da riflessioni su uso dei social per fare prevenzione e migliorare info in emergenza quindi raggiungere anche i più giovani - riassume nei post De Filippis - abbiamo studiato best practices. In accordo con l’Ass.re ProtCiv Paolo Ghezzi abbiamo aperto a settembre le pagine social, all'inizio foto, video e notizie relative all’ evento annuale #giornateprocivpisa. Poi abbiamo iniziato a postare allerta meteo: le istituzioni si affacciano a #smem molto timidamente. Abbiamo riscontrato criticità di varia natura che analizzeremo attentamente per affinare le strategie".
"Abbiamo scritto un vademecum su uso social in emergenza - scrive Gabriella de Filippis rispondendo  alle domande dei partecipanti - per passaggio di nozioni a chi se ne occuperà in futuro. Al momento il vademecum è solo ad uso interno ma in un'ottica opendata e di avvio di un percorso di condivisione. In emergenza - posta ancora Gabriella - la funzione comunicazione è svolta da professionisti dell'Ufficio Stampa comunale e non da operatori protciv. La settimana scorsa abbiamo fatto su fb un po’ di prevenzione, cosa è #emergenzaArno e info utili sui modelli di comportamento. Molto apprezzati i messaggi in inglese poiché #pisa ha tanti studenti stranieri". Infine, alla nostra domanda se il comune di Pisa si stia confrontatando con altri enti locali su questi temi, o stia condividendo esperienze esistenti, De Filippis ha risposto: "Al momento no, ma riteniamo utile il confronto".
A questo link lo storify della chat:http://storify.com/columdonnelly/smemchatit-15-11-febbraio-2014?utm_campaign=website&utm_source=email&utm_medium=email.


red/pc