SMS solidali alluvione 2011: ecco come vengono utilizzati i fondi

Grazie alle donazioni degli italiani, proseguono i lavori di ripristino dopo la distruzione causata dalle alluvioni del 2011 in Liguria, Toscana e Sicilia: il comitato che garantisce il corretto utilizzo delle somme raccolte si è riunito per fare il punto della situazione

Prosegue il lavoro del  Comitato dei Garanti, istituito per assicurare il corretto utilizzo dei fondi raccolti attraverso sms e telefonate solidali a favore delle popolazioni colpite dalle alluvioni dell'ottobre-novembre 2011. Il Comitato si è riunito a Roma mercoledì 20 novembre, alla presenza della stampa, fra cui i rappresentanti del Corriere della Sera e della Rai.
Nel corso della riunione è stato fatto il punto sull'avanzamento dei progetti in corso nelle tre Regioni.

In Liguria sono stati completati i lavori di ripristino di viabilità e servizi essenziali nel Comune di Borghetto Vara, frazione di Cassana, e gli interventi realizzati a Genova per la messa in sicurezza del torrente Fereggiano, in prossimità della scuola Giovanni XXIII. L'ammontare delle donazioni utilizzate in Liguria è stato di circa 3,5 milioni di euro.

Per quanto riguarda la Toscana, le risorse pari a circa 2,5 milioni di euro sono state destinate alla ricostruzione della scuola primaria "Micheloni", resa inagibile dall'alluvione. Nel mese di settembre è stata aggiudicata la gara per la ricostruzione dell'istituto, mentre il progetto esecutivo sarà approvato entro il 31 dicembre 2013. Nel frattempo il Comune di Aulla sta completando la bonifica del territorio per consentire l'avvio dei lavori.

La Regione Siciliana ha infine presentato alcune rimodulazioni al progetto di ricostruzione o ripristino degli immobili, costituenti prima casa, che hanno subito danni strutturali nei comuni di Barcellona Pozzo di Gotto, Saponara e Milazzo, nel mese di novembre 2011, per un contributo di circa 600.000,00 euro.
Durante l'incontro, la Regione Siciliana ha proposto un nuovo progetto per il ripristino strutturale della scuola di Saponara, sempre grazie alle donazioni degli italiani, per un importo di circa 200.000,00 euro.
La restante disponibilità potrà essere utilizzata per contribuire alle spese per l'arredamento delle abitazioni citate. Le donazioni destinate alla Regione Siciliana ammontano a 812.510,00 euro.

red/pc

(fonte: DPC)