Sms solidali: approvati 40
progetti per la ricostruzione

Il Comitato dei Garanti ha approvato oggi il finanziamento dei 40 progetti presentati dalle tre regioni colpite dalle scosse di maggio. I fondi raccolti con gli sms al 45500 verranno dunque consegnati (inizialmente solo un 30% di essi) a breve

Il Comitato dei Garanti istituito per assicurare la supervisione dell'utilizzo dei fondi provenienti dagli sms e dalle telefonate solidali al numero 45500 in favore delle popolazioni colpite dai sismi del 20 e 29 maggio - riunito oggi insieme ai promotori della raccolta e agli operatori di telefonia fissa e mobile - ha individuato e approvato i progetti presentati dalle Regioni Emilia-Romagna, Lombardia e Veneto.

L'importo complessivo delle donazioni promesse ammonta a 15,1 milioni di euro, di cui 13,7 già versati dagli operatori telefonici sul bilancio del Dipartimento della Protezione Civile. I fondi raccolti, su proposta dei tre Commissari delegati-Presidenti delle Regioni, sono stati ripartiti secondo le seguente percentuali: Emilia Romagna 95%, Lombardia 4.5% e Veneto 0.5%
 
Il Comitato dei Garanti ha deciso il finanziamento di 40 progetti, 38 dei quali presentati dalla Regione Emilia-Romagna e volti al recupero di servizi educativi, amministrativi, identitari e sociali che saranno realizzati in 26 comuni, ai quali se ne aggiunge uno promosso dall'Azienda Servizi alla Persona (Asp) dell'unione area nord di Modena. Dei 38 progetti 12 riguarderanno edifici scolastici di vario grado; 9 finanzieranno il recupero di municipi, centri civici ed altri servizi pubblici; 10 sono destinati ad interventi per edifici storici, religiosi e museali; 4 interventi riguarderanno i servizi sociali, aggregativi ed assistenziali; 3 finanzieranno il ripristino di impianti polisportivi.

In seguito a questa approvazione, il Dipartimento della Protezione civile procederà, in tempi brevissimi, al trasferimento del 30% della somma raccolta alle tre Regioni in modo da garantire l'avvio rapido degli interventi. La restante parte verrà accreditata sui capitoli dei Commissari delegati in base agli stati di avanzamento dei progetti.

È utile precisare che i Commissari delegati, nei casi in cui i finanziamenti raccolti attraverso il numero solidale 45500 dovessero coprire solo parzialmente il recupero delle opere approvate, si impegnano a garantire con i fondi della ricostruzione il completamento dei progetti.

"Come annunciato, senza alcun ritardo e con la necessaria trasparenza garantita dal meccanismo di assegnazione - ha dichiarato Vasco Errani, Commissario delegato per la Ricostruzione -, prosegue il programma di finanziamento dei progetti con le risorse derivanti dalle donazioni. Come più volte assicurato, nessuna comunità sarà lasciata indietro: l'obiettivo condiviso con tutti gli amministratori locali è quello di sostenere interventi per ogni comune e questo sarà il criterio che adotteremo anche per le altre risorse che arrivano dalle donazioni. Insieme alla Protezione civile e al Comitato dei garanti, ringrazio ancora una volta quanti, con grande generosità, hanno deciso di darci concretamente una mano nella difficile ricostruzione di questo territorio".



Redazione/sm
Fonti: DPC, Regione Emilia Romagna