Soccorso Speleologico:
Conferenza Internazionale

Il 9 Maggio è cominciata in Bulgaria la dodicesima Conferenza Internazionale di Soccorso Speleologico: 70 presenti da 15 Paesi

Il 9 Maggio sono iniziati i lavori della dodicesima Conferenza Internazionale di Soccorso Speleologico, a Dryanovo Monastry, in Bulgaria: presenti delegazioni di 15 Paesi per un totale di una settantina di presenti. I lavori sono stati aperti dal presidente del Soccorso Speleologico Bulgaro, Nicolay Gladnishki e conclusi da Christian Dodel, presidente della Commissione di Soccorso Speleologico dell'Unione Internazionale di Speleologia ( UIS), che ha presentato il soccorso speleosubacqueo francese e l'attività di formazione fatta dalla SSF (speleo soccorso francese) a varie nazioni europee ed extra europee. E' seguita la dimostrazione pratica di una manovra di soccorso a cura dai tecnici locali.

La delegazione italiana ha presentato la struttura del CNSAS in generale, puntualizzato sulla realtà del soccorso speleosubacqueo: scuola sub, manuale sub, camera iperbarica, operatività della comsub, rapporti con la Protezione Civile nazionale, rapporti ed interventi internazionali. L'intervento italiano si e' concluso con la visione del manuale speleosubacqueo. La mattinata si è terminata con l'intervento della delegazione Croata che ha illustrato l'organizzazione del soccorso speleosubacqeo. Il pomeriggio si è concluso con diverse escursioni in grotta organizzate dal team di casa.


Comunicazione Soccorso Speleologico del Cnsas