Strage di Parigi, Emergency: gesto disumano e vigliacco. La risposta è libertà, uguaglianza, fraternità

"Siamo scioccati dal massacro di Parigi. Ancora una volta colpire la popolazione civile è un gesto disumano e vigliacco. Vediamo accadere in Europa quello che da anni accade in Afghanistan, in Iraq, in Siria: le nostre scelte di guerra ci stanno presentando il conto di anni di violenza e di distruzione. Diritti, democrazia e libertà sono l'unico modo di spezzare il cerchio della violenza e del terrore. L'alternativa è la barbarie che abbiamo davanti e alla quale non possiamo arrenderci. Al terrorismo, alla guerra e all'odio rispondiamo con più libertà, più uguaglianza, più fraternità".
Con queste parole Emergency ha commentato oggi la strage di Parigi, mentre il suo fondatore, Gino Strada  ha commentato l'accaduto con le parole di Bertold Brecht: "La guerra che verrà non è la prima. Prima ci sono state altre guerre. Alla fine dell'ultima c'erano vincitori e vinti. Fra i vinti la povera gente faceva la fame. Fra i vincitori faceva la fame la povera gente egualmente”.
E ha concluso: "L'unico modo per far finire la violenza è smettere di usarla".

red/pc