Sull'Italia pioggia e vento
Neve fino ai 1000 metri

Il maltempo sta interessando tutto il Paese con precipitazioni diffuse e venti forti. Sopra i 1000 metri è arrivata la neve

E' di nuovo allarme per il maltempo: il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un nuovo avviso di avverse condizioni meteorologiche per una perturbazione di aria fredda proveniente dal Nord-Europa che sta interessando il nostro Paese, causando instabilità, pioggia e vento forte da nord a sud ed un sensibile calo delle temperature. Previste per tutta la giornata precipitazioni diffuse al sud e al nord, e nevicate sulle zone alpine e prealpine anche fino a 900-1000 metri.

In Valle d'Aosta ha nevicato sopra i 1.300 metri di quota, mentre in Trentino Alto Adige la neve è arrivata fino ai 1000 metri
, e per motivi di sicurezza sono stati chiusi i passi Stelvio, Rombo, Pennes e Stalle, dato che le strade di montagna sono percorribili solo con attrezzatura invernale. È arrivata la neve anche sui monti del Lago Maggiore sui 1.200 metri di quota, e questa mattina anche a Cortina e sulle località dolomitiche venete: sopra i 2000 metri, sulle Dolomiti sono caduti 30 cm di neve.

Previsti anche per domani temporali su Emilia-Romagna, Marche, Toscana, Sardegna e regioni meridionali e nevicate a quote superiori a 900-1000 metri sulle zone appenniniche settentrionali. A causa dei forti venti, in particolare sulle isole maggiori, e in successiva rotazione dai quadranti occidentali, sulle regione ioniche, dai quadranti nord-orientali sulle zone adriatiche e tirreniche, potrebbero verificarsi mareggiate lungo le coste esposte. La Protezione Civile dell'Emilia-Romagna ha attivato l'allerta meteo per vento e stato del mare, a partire dal pomeriggio di oggi e fino alle 14 di domani: l'allerta riguarda in particolare le pianure di Ferrara, Bologna e della Romagna; previsti forti venti (che raggiungeranno un'intensità media di 25-30 nodi) e mare agitato.

Le precipitazioni hanno colpito anche la Liguria, già interessata da una forte ondata di maltempo a inizio ottobre, causando qualche piccolo allagamento tra Savona e Genova: prevedendo l'arrivo di nubifragi nel pomeriggio, ieri mattina si è riunito il Comitato di Protezione Civile comunale di Genova. Preoccupazione soprattutto a Sestri Ponente, Albenga e Fiale, anche se ai Vigili del Fuoco non sono giunte richieste di intervento.


Redazione