Fonte ministero dell'Ambiente

Terra dei fuochi: nuove telecamere e controlli

I comuni di Giugliano e Caivano in accordo con il Ministero hanno installato 101 telecamere. Operazione  dalla Polizia Metropolitana di Napoli per il contrasto e la prevenzione dei reati ambientali nel Comune di Saviano

Nuovi occhi elettronici sorvegliano i comuni di Giugliano (NA) e Caivano (NA). Si tratta di 101 telecamere donate grazie ad un accordo con il ministero dell'Ambiente. Uno strumento in più per la lotta al fenomeno dei roghi tossici. "Stiamo lavorando come una squadra: con le Prefetture di Napoli e Caserta, i sindaci di Giugliano e Caivano, che ringrazio, i Carabinieri, la Polizia Municipale e tutte le forze dell’ordine che controlleranno le immagini h24" ha dichiarato il ministro dell'Ambiente Sergio Costa. 

Lotta nella Terra dei Fuochi
«Per debellare la Terra dei Fuochi serve un lavoro corale, di squadra, e un coinvolgimento delle cittadine e dei cittadini di questi territori. E stiamo lavorando anche in questo senso. Non bastano le Forze dell’Ordine e le operazioni di controllo del territorio. Non bastano gli accordi con i comuni. Non basta lavorare per la raccolta straordinaria dei rifiuti o per combattere l’economia sommersa. Serve tutto questo, tutto insieme. E stiamo agendo proprio in questo senso» ha proseguito Costa. «Adesso auspico che altri sindaci della Terra dei Fuochi vogliano seguire il percorso intrapreso da Giugliano e Caivano. Troveranno lo Stato al loro fianco: le Prefetture, il Ministero, le Forze dell’Ordine. È importante che la lotta contro i roghi tossici sia in mantello che si allarghi sempre di più. Sempre al fianco di chi sta nel giusto e contro chi inquina e minaccia i nostri territori». 

Controlli a Saviano (NA)
Sempre nel campo della lotta a ciò che avviene nella Terra dei Fuochi, in questi giorni ci sono stati controlli serrati da parte dell'esercito e della polizia metropolitana di Napoli. L'obiettivo è il contrasto dello sversamento illecito dei rifiuti e dei relativi roghi nella regione Campania. Nel dettaglio, l’operazione è stata effettuata dalla Polizia Metropolitana di Napoli distaccamento di Nola e dagli uomini dell’Esercito Italiano in forza al Raggruppamento “Campania” che hanno fornito un importante contributo al contrasto e alla prevenzione dei reati ambientali nel Comune di Saviano (Na) collaborando nei controlli di 1 attività commerciale, nell’identificazione di 5 persone, di cui 1 denunciato e all’emissione di 1 sanzione amministrativa per gestione e smaltimento illecito dei rifiuti e degli scarti delle lavorazioni. Nel corso delle azioni, un supporto importante è stato fornito dai droni dell’Esercito i quali si stanno rivelando un’efficace risorsa al contrasto del fenomeno dello smaltimento illecito dei rifiuti. Infine l’azione interforze ha portato alla verifica di 20 autoveicoli e al sequestro di un’area di circa 150 metri quadri con 50 metri cubi di rifiuti speciali e non, anch’essi sequestrati. “Mi congratulo con tutti gli uomini delle forze dell’ordine per il grande impegno corale messo in campo negli ultimi giorni con controlli mirati al contrasto del fenomeno  dei roghi e degli sversamenti nella terra dei fuochi”. Così il ministro dell’Ambiente Sergio Costa ha commentato la notizia dei controlli serrati. “Andiamo avanti con determinazione – ha concluso il ministro – per ridare dignità e sicurezza ai cittadini e difendere l’Ambiente”.

red/cb

(Fonte: Ministero dell'Ambiente)