fonte foto: Dpc

Terremoto: 1373 le persone assistite, e anche il Papa arriva ad Amatrice

Sono 1373 le persone assistite nei campi e nelle strutture allestite allo scopo o presso gli alberghi. E ieri, ad Amatrice, Accumoli e Arquata del Tronto, una visita inattesa: Papa Francesco, che ha incontrato anche Curcio ed Errani

La situazione nei centri di accoglienza delle zone terremotate è, secondo l'ultimo aggiornamento (che risale a ieri, 4 ottobre), in miglioramento.
Risultano infatti 1373 le persone assistite nei campi e nelle strutture allestite allo scopo o presso gli alberghi. In particolare, nella Regione Lazio sono assistite 226 persone, in 315 trovano alloggio nelle Marche, mentre in Umbria gli assistiti sono 196.

Sono poi 366 i cittadini ospitati presso gli alberghi messi a disposizione a San Benedetto del Tronto, in attesa della realizzazione delle soluzioni abitative d'emergenza.
94 persone hanno deciso di trasferirsi presso i MAP e le abitazioni del Progetto Case messe a disposizione nel comune dell'Aquila, altre 42 persone hanno trovato una sistemazione in strutture in provincia dell'Aquila e Teramo, la maggior parte nei MAP tra Capotosto, Capitignano e Tossicia, mentre sono 134 le persone ospitate in residenze sanitarie assistenziali delle quattro regioni colpite dal sisma del 24 agosto.


E ieri, a sorpresa, è arrivato ad Amatrice anche Papa Francesco, per incontrare la popolazione colpita dal terremoto lo scorso 24 agosto. Il Papa si è subito recato dai bambini, per un incontro riservato ai più piccoli e a gli insegnanti nella scuola provvisoria realizzata dal Trentino. Si è poi spostato nella zona rossa del paese, per un momento di raccoglimento in memoria delle vittime del sisma.

Ad Accumoli Papa Francesco ha pregato insieme agli abitanti davanti alla chiesa di San Francesco colpita dal terremoto. Qui è stato raggiunto anche dal Capo Dipartimento della Protezione Civile Fabrizio Curcio e dal Commissario per la ricostruzione Vasco Errani.


red/lg


(Fonte: Dpc)