fonte: Parco Nazionale dei Monti Sibillini

Terremoto Centro, dal 27 giugno all'8 luglio in "Cammino nelle Terre Mutate"

L’iniziativa, che partirà domani mercoledì 27 giugno da Fabriano e si concluderà a L’Aquila l’8 luglio, vuol introdurre un nuovo cammino nel cuore dell’Appennino di conoscenza e solidarietà nei luoghi trasformati dal sisma

Un percorso di conoscenza e solidarietà, un momento di relazione profonda con l'ambiente e con le persone che vivono nei luoghi trasformati dal sisma. Sarà questo il "Cammino nelle Terre Mutate", un tour di oltre 200 chilometri da percorrere a piedi o in bicicletta, da Fabriano a L’Aquila, attraverso i sentieri di due importanti aree protette: il Parco Nazionale dei Monti Sibillini e il Parco Nazionale Gran Sasso e Monti della Laga. L’iniziativa, che partirà domani mercoledì 27 giugno da Fabriano e si concluderà a L’Aquila l’8 luglio, vuol introdurre un nuovo cammino nel cuore dell’Appennino ed è organizzata da Movimento Tellurico e APE Roma, si avvale della collaborazione di diverse organizzazioni.

Ogni iniziativa che accenda l’attenzione sui territori del Parco, rispettandone l’integrità ambientale e quel suo essere un ecosistema unico ed irripetibile, è assolutamente benvoluta ed anzi sostenuta e promossa dall’Ente che rappresento”, questo il commento di Oliviero Olivieri, presidente del Parco Nazionale dei Monti Sibillini, alla vigilia della partenza.

"Nelle Terre Mutate - affermano gli organizzatori - qualcosa è cambiato. La forza della natura ha prodotto mutamenti alla geografia, ai manufatti e soprattutto alle persone, generando storie, protagonisti e progetti di rinascita meritevoli di essere raccontati, conosciuti e soprattutto supportati".

red/mn

(fonte: Parco Nazionale dei Monti Sibillini)