Terremoto Centro Italia: il punto della situazione

In continuo aggiornamento i dati relativi alla situazione post sisma nel Centro Italia: il 49% degli edifici controllati sono stati dichiarati agibili, totalmente inagibili il 30%, 1165 le persone assistite nei campi e nelle strutture allestite allo scopo o presso gli alberghi

Si lavora e si lavora alacremente nei paesi del Centro Italia colpiti dal sisma di agosto, e proseguono le verifiche di agibilità post-sismica sugli edifici privati: ieri erano sono 97 le squadre di tecnici abilitati Aedes (Agibilità e danno nell'emergenza sismica) impegnate nei sopralluoghi.
Fini ad ora, globalmente,  sono 21.405 le schede di valutazione compilate e acquisite che indicano:
- 10587 edifici dichiarati agibili (circa il 49%)
- 1183 edifici che, pur non essendo danneggiati, risultano inagibili per rischio esterno.
- 3228 sono gli immobili temporaneamente o parzialmente inagibili.
- 6407 edifici inagibili (circa il 30%).

Regione Abruzzo

In Abruzzo sono 3493 le schede di valutazione compilate e acquisite che indicano:
- 2278 edifici dichiarati agibili (oltre il 65%)
- 110 edifici che, pur non essendo danneggiati, risultano inagibili per rischio esterno
- 570  immobili temporaneamente o parzialmente inagibili
- 535 edifici inagibili (oltre il 15%) .

Regione Lazio
Nel Lazio sono 3878 le schede di valutazione compilate e acquisite che indicano:
- 1324 edifici dichiarati agibili (oltre il 34%)
- 359 che, pur non essendo danneggiati, risultano inagibili per rischio esterno
422 sono gli immobili temporaneamente o parzialmente inagibili.
- 1773
edifici inagibili (oltre il 45%).

Regione Marche

Nelle Marche sono 9537 le schede di valutazione compilate e acquisite che indicano:
- 4122 edifici dichiarati agibili (circa il 43%)
- 494 che, pur non essendo danneggiati, risultano inagibili per rischio esterno

- 1626 immobili temporaneamente o parzialmente inagibili
- 3295
edifici inagibili (oltre il 34%).

Regione Umbria

In Umbria sono 4497 le schede di valutazione compilate e acquisite che indicano:
- 2863 edifici dichiarati agibili (oltre il 63%)
- 220 che, pur non essendo danneggiati, risultano inagibili per rischio esterno
-
610 sono gli immobili temporaneamente o parzialmente inagibili
- 804
edifici inagibili (oltre 17%) .
Resta invariato, al momento, il dato totale relativo ai 773 sopralluoghi effettuati fino ad ora per verificare l'agibilità di edifici pubblici e scuole e consentire di definire un piano degli interventi per le strutture dichiarate non agibili.

Popolazione assistita
Sono 1165 le persone assistite nei campi e nelle strutture allestite allo scopo o presso gli alberghi: in sensibile aumento il numero delle persone alloggiate negli alberghi che passano da 373 a 496, e per contro, in diminuzione le persone assistite nelle tende:
115 nella regione Marche (erano 199 qualche giorno fa) 106 inn Umbria, 173 nel Lazio sono 173.
Invariati i dati relativi alle persone ospitate nelle abitazioni del progetto CASE, nei MAP e nelle residenze sanitarie assistenziali. 94 presso le abitazioni del progetto CASE, messe a disposizione nel comune dell'Aquila e 47 quelle ospitate in strutture in provincia dell'Aquila e Teramo, la maggior parte MAP tra Campotosto, Capitignano, Ancarano e Tossicia.  Sono invece 134 in totale le persone ospitate in residenze sanitarie assistenziali.

red/pc
(fonte: DPC)