Terremoto Centro Italia: il punto sulle casette

Periodicamente il Dipartimento della Protezione civile fa il punto sulla situazione delle Sae, Soluzioni Abitative di Emergenza: ad oggi su 3.702 casette ordinate per i 50 comuni che ne hanno fatto richiesta ne sono state consegnate 1103

Proseguono i lavori per la realizzazione delle Sae, Soluzioni Abitative di Emergenza, le cosiddette"casette",nei territori colpiti dal terremoto. "Ad oggi - rende noto il Dipartimento della Protezione civile - sono stati completati i lavori in 58 aree e sono state consegnate ai sindaci 1.103 casette, di cui 624 nel Lazio (436 ad Amatrice, 188 ad Accumoli) 264 in Umbria (Cascia e Norcia), 214 nelle Marche (ad Arquata del Tronto, Castelsantangelo sul Nera, Fiastra, Monte Cavallo, Muccia e Pieve Torina) ed una a Torricella Sicura (TE). Secondo i dati forniti dalle quattro Regioni colpite sono complessivamente 3.702 le Sae ordinate per i 50 comuni che ne hanno fatto richiesta.
In particolare:
- la regione Abruzzo ha ordinato 250 Sae da installare tra i 13 Comuni interessati;
- nella regione Lazio sono 826 gli ordinativi per i 6 Comuni più colpiti dai terremoti;
- la regione Marche ha ordinato 1.843 soluzioni abitative per i 29 Comuni che ne hanno segnalato l'esigenza
- la regione Umbria ha richiesto 783 soluzioni abitative di Emergenza per tre Comuni: Norcia, Preci e Cascia.
Attualmente sono in corso lavori in 126 aree".
 

Sul sito istituzionale del Dipartimento è possibile consultare la mappa interattiva sullo stato di avanzamento dei lavori di installazione delle Sae (http://www1.protezionecivile.gov.it/jcms/it/soluzioni_abitative_sae_e.wp).

red/pc
(fonte: DPC)