Terremoto di magnitudo 4.8 nella notte: 22.200 scosse dal 24 agosto

Continua la sequenza sismica nell'Italia centrale. La scossa più forte dall'ultimo aggiornamento è quella di stanotte in provincia di Macerata (ore 1,35). Il numero complessivo di scosse è di 22.200

Sono state oltre cento le scosse registrate di magnitudo superiore a due registrate dall'Istituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv) dalla mezzanotte tra Marche, Umbria e Lazio. La più forte, con una magnitudo di 4.8, è stata rilevata all'1.35 a una profondità di 8 chilometri, con epicentro a Pieve Torina (provincia di Macerata). Dopo circa un'ora, alle 2.46, una nuova scossa di magnitudo 3.1 con epicentro a Fiordimonte, sempre nel maceratese, e alle 3.38 una scossa 3.2 ha avuto epicentro a Ussita.
La sequenza sismica, nel cratere tra Umbria, Marche e Reatino, ha registrato circa 22.200 scosse dal primo evento del 24 agosto.
Alle 9 di questa mattina sono 634 i terremoti di magnitudo compresa tra 3 e 4, 41 quelli di magnitudo compresa tra 4 e 5 e 5 quelli di magnitudo maggiore o uguale a 5 localizzati da Ingv. Dopo l'evento del 30 ottobre, di magnitudo 6.5, sono stati localizzati complessivamente oltre 2.200 eventi sismici.

red/gt