fonte: profilo TW BNPB Indonesia

Terremoto e tsunami in Indonesia, sale a 1347 il bilancio delle vittime

Ci sono circa 200.000 persone che hanno urgente bisogno di assistenza, circa un quarto di loro sono bambini

Il bilancio ufficiale delle vittime del terremoto e dello tsunami di venerdì in Indonesia è salito a 1347.

Il terremoto di magnitudo 7.5 ha colpito in mare a largo dell'isola centrale di Sulawesi, scatenando uno tsunami che ha inghiottito la città costiera di Palu.

Tutti i servizi basilari della città sono interrotti e c'è poca acqua corrente, energia, cibo o acqua potabile. L'Ufficio delle Nazioni Unite per il coordinamento degli affari umanitari afferma che ci sono circa 200.000 persone che hanno urgente bisogno di assistenza, circa un quarto di loro sono bambini.

Le persone cercano disperatamente cibo, carburante e acqua. Gli ufficiali inizialmente hanno adottato un approccio indulgente nei confronti dei sopravvissuti che hanno sequestrato beni di base, ha detto il vice della polizia nazionale Ari Dono Sukmanto, ma alcune persone sono state arrestate per aver rubato computer e denaro.
I convogli di aiuti umanitari che entrano in città vengono scortati da soldati e polizia.

Intanto i soccorritori continuano a cercare sopravviassuti tra le macerie. Funzionari della Croce Rossa indonesiana hanno riferito alla BBC che i corpi di 34 studenti indonesiani sono stati trovati sotto una chiesa sepolta da una frana di fango. Erano tra un gruppo di 86 studenti che risultavano scomparsi da un campo biblico nel Jonooge Church Training Center. La sorte degli altri 52 studenti non è nota.

red/mn

(fonte: BBC)