fonte: Profilo TW Hrvatski Crveni križ

Terremoto in Croazia, sale a 7 il bilancio delle vittime

Intanto, all'alba si sono verificate due nuove scosse nella stessa zona di magnitudo 5

Si contano sette vittime finora, dopo il terremoto che ha colpito ieri la Croazia centrale, con epicentro a Petrinja, a sud di Zagabria. Tra le vittime una ragazzina di 12 anni e un giovane di 20 anni, decine i feriti. Il sindaco della cittadina, Darinko Dumbovic, ha parlato di totale distruzione. "La situazione è come a Hiroshima", ha detto. Ingenti danni materiali anche a Sisak, poco distante da Petrinja, dove vengono segnalati numerosi feriti. La popolazione impaurita si è riversata nelle strade e in luoghi all'aperto. La situazione peggiore a Petrinja con edifici crollati, interruzione di elettricità e linee telefoniche.

Solidarietà
Il terremoto è stato avvertito in tutta la Croazia ma anche in Serbia, Bosnia-Erzegovina, Slovenia e Italia. L'esercito croato è stato mobilitato per fornire assistenza alle popolazioni della Croazia centrale. Stando ai media regionali almeno 300 militari sono partiti per Petrinja. Il premier croato Andrej Plenkovic ha parlato al telefono con la presidente della commissione Ue Ursula von der Leyen, che ha promesso aiuti urgenti da parte dell'Unione. "Siamo pronti a fornire aiuto, ho pregato il commissario Janez Lenarcik di recarsi in Croazia non appena la situazione lo consentirà", ha detto von der Leyen, come riferito dai media locali. Il presidente del Consiglio dei Ministri, d’intesa con il Dipartimento della Protezione civile, ha disposto l’invio in Croazia di 100 tende per fronteggiare l’emergenza in atto e dare sostegno alle attività di soccorso e di assistenza alla popolazione colpite dal terremoto. L’operazione, che rientra nell’ambito del Meccanismo europeo di protezione civile, è stata disposta a seguito della richiesta di assistenza internazionale formulata dalla Croazia alla Commissione Europea. Le prime 50 tende, messe a disposizione dalla regione Fiuli Venezia Giulia, sono partite nella notte su convogli dell’Esercito. Nella giornata di oggi altre 50 tende, rese disponibili dalla regione Veneto, raggiungeranno la città di Petrinja.

Le repliche
Due nuove scosse di terremoto di magnitudo 5, intanto, sono state registrate questa mattina all'alba nella stessa zona dove da due giorni si sta verificando la sequenza sismica. La prima scossa è stata rilevata alle 6:15. La seconda alle 6:26. Il terremoto è stato avvertito anche in Friuli Venezia Giulia, dove molte persone sono state svegliate nel sonno. Sui social circa duecento persone hanno postato messaggi preoccupati.

red/mn

(fonte: ANSA)