fonte foto: Dipartimento Protezione Civile

Terremoto Ischia, 2 vittime e 16 feriti ricoverati. Borrelli: "Case con materiali scadenti"

La Procura di Napoli sta valutando l'ipotesi di aprire un'inchiesta contro ignoti per disastro colposo e omicidio colposo plurimo in seguito ai danni provocati dal terremoto avvenuto sull'isola di Ischia

"Molte costruzioni crollate o danneggiate sono state realizzate con materiali scadenti, con tecnologie di costruzione che non rispondono ad alcuna normativa vigente o preesistente". Così il Capo Dipartimento della Protezione Civile Angelo Borrelli, ieri, durante il punto stampa a Casamicciola, dopo il terremoto che lunedì 21 agosto ha colpito Ischia. A una domanda sull'ipotesi che le case crollate a Casamicciola fossero abusive, Borrelli ha risposto: "Non lo sappiamo, quanto prima si farà questo tipo di verifiche".

La Procura di Napoli sta valutando l'ipotesi di aprire un'inchiesta contro ignoti per disastro colposo e omicidio colposo plurimo in seguito ai danni provocati dal terremoto. "Sono nel quadro ordinario delle valutazioni possibili in questo momento"' ha dichiarato Giovanni Melillo, capo della procura di Napoli, durante la trasmissione "6 su Radio 1".

Il capo della Procura su
ll'ipotesi che i crolli fossero collegati all'abusivismo ha dichiarato: "Non sfuggono i costi sociali, che anche in queste occasioni si rivelano, di fenomeni gravi come quello dell'edilizia illegale e dell'abusivismo edilizio. All'abusivismo edilizio corrisponde una delle priorità del lavoro della procura della Repubblica di Napoli; un fenomeno che in Campania ha dimensioni straordinariamente gravi e come tale va affrontato. La dimensione di necessità è nettamente inferiore rispetto a quella speculativa e strettamente criminale del fenomeno dell'abusivismo edilizio".

Dal canto suo, il Governatore della Regione Campania Vincenzo De Luca, ha detto che "non c'è nessun collegamento tra l'abusivismo edilizio e i crolli". "In Italia il problema dell'abusivismo ovviamente c'è. A tempo debito risponderò alla bestialità che ho sentito attribuire alla Regione Campania in merito all'abusivismo". Sono anni che Legambiente denuncia gli abusi sull'isola. Nel 2010 centinaia di abitanti di Ischia manifestarono contro la polizia che doveva demolire una casa abusiva.

Il bilancio del terremoto è di due vittime, due donne che hanno perso la vita nel comune di Casamicciola. Sono invece state recuperate vive dalla palazzina crollata in località La Rita di Casamicciola sei persone della stessa famiglia: madre, padre, i loro tre figli e la zia dei piccoli. Due dei tre bambini sono rimasti sepolti dalle macerie per tutta la notte, mentre i soccorritori cercavano di liberarli, ma ora si trovano in buone condizioni di salute.

La Asl Napoli 2 nord, da cui dipende l'ospedale Rizzoli di Lacco Ameno dove sono stati portati i feriti, ha comunicato invece che sono state 42 le persone assistite dai medici dell'ospedale, 16 delle quali sono state ricoverate. Per uno dei feriti è stato, inoltre, necessario provvedere al trasferimento nella notte di lunedì presso l'ospedale Cardarelli di Napoli.

Continuano, invece, le attività di assistenza alla popolazione e quelle volte a verificare l'agibilità delle strutture, in particolare edifici scolastici e alberghi, che potrebbero ospitare coloro che non possono rientrare nelle proprie abitazioni e non hanno una sistemazione alternativa. Dalle domande raccolte fino alle 18.30 di ieri dai Centri Operativi Comunali (COC) attivati a Casamicciola e Lacco Ameno sono circa 200 le persone che avevano bisogno di essere assistite per la notte.

Il Capo Dipartimento ha sottolineato che la fase delle operazioni di soccorso è finita. Sono oltre 650 gli uomini e 120 i mezzi, comprese le motovedette e gli elicotteri, messi in campo anche da fuori regione dalle strutture operative - vigili del fuoco, forze di polizia e armate, volontariato di protezione civile, dipartimento nazionale, strutture sanitarie, di protezione civile regionale e comunali - per garantire le attività di ricerca, soccorso e assistenza alla popolazione.

red/mn

(fonte: Dipartimento di Protezione Civile, Adnkronos)
(fonte foto:
Dipartimento di Protezione Civile)