Fonte archivio sito

Terremoto Marche. In arrivo 400 milioni per danni

Approvato in Cdm intervento economico, previsto nella manovra, a sostegno delle popolazioni dei territori marchigiani colpiti dal sisma

Il Consiglio dei Ministri ha approvato misure di primo intervento immediato, per il terremoto delle Marche. L'importo per il sostegno alla Regione colpita dal forte terremoto il 9 novembre scorso, comporterà l'assegnazione di 400 milioni di euro per il territorio.

La richiesta
"È un primo segnale che ci consente di progettare una risposta adeguata ad una problematica annosa". La Regione Marche ha inviato la richiesta dello stato di emergenza per il sisma iniziato lo scorso 9 novembre, sulla costa marchigiana settentrionale, ed ancora in corso. La richiesta è stata inviata al ministro della Protezione civile Nello Musumeci e al capo dipartimento della Protezione civile Curcio dopo una prima ricognizione dei danni.

Sciame sismico
Ma "le verifiche dei danni sono ancora in corso e i Comuni le stanno facendo pervenire - ha dichiarato il presidente Francesco Acquaroli -. In questi giorni continuano ad arrivare le segnalazioni dai territori, anche a seguito del susseguirsi delle scosse che potrebbero ampliare gli effetti dei danneggiamenti segnalati già nelle prime ore". Acquaroli ha quindi evidenziato come l'andamento del sisma, ancora in corso, stia determinando "conseguenze e ripercussioni sul territorio tali da dover richiedere risorse e poteri straordinari" previsti per gli stati di emergenza. C’è stata subito la risposta da parte del Consiglio dei ministri di lunedì 20 novembre che ha approvato delle misure di primo intervento immediato.

Red/cb
(Fonte: Regioni.it)