Ferreiera di Servola (fonte foto: Wikipedia)

Trieste, smog e ferriera: si rafforza la collaborazione fra Arpa e Legambiente

L'inquinamento diffuso nell'area di Trieste, che ha portato alla chiusura di alcune aree verdi nei parchi cittadini, e le emissioni della ferriera di Servola sono i temi oggetto di un accordo fra Arpa FVG e Legambiente che concordano sulla necessità di una migliore e più diffusa informazione ai cittadini a riguardo

Rendere più fruibile e comprensibile il dato della qualità dell'aria triestina, con particolare attenzione all'impianto siderurgico della Ferriera di Servola: questi i temi principali che saranno oggetto del dialogo
fra l'Agenzia regionale per la protezione dell'ambiente (Arpa Fvg) della Regione Friuli Venezia Giulia e Legambiente, così come emerso dall'incontro tenutosi venerdì' 19 gennario  tra l'assessore regionale all'Ambiente Sara Vito, il direttore regionale all'Ambiente Roberto Giovanetti, il direttore tecnico scientifico di Arpa Fvg Franco Sturzi e i rappresentanti triestini di Legambiente, Andrea Wehrenfennig e Mario Mearelli.

Nel corso dell'incontro, durante il quale la Regione ha espresso apprezzamento per il dialogo costruttivo instauratosi negli ultimi anni con Legambiente, è stato toccato inoltre il tema dell'inquinamento diffuso nell'area di Trieste che ha portato alla chiusura di alcune aree verdi nei parchi cittadini. In merito l'amministrazione regionale ha confermato l'assegnazione dell'incarico all'Università di Trieste di redigere il Piano regionale per l'inquinamento diffuso generale, e garantito che solleciterà al Comune di Trieste l'attuazione degli interventi già previsti ma non ancora attuati attraverso la tecnica del fitorimedio.
Il fitorimedio è una tecnologia verde che utilizza piante per bonificare l'ambiente e comprende in particolare la stabilizzazione dell'ambiente e/o la rimozione sia di inquinanti organici (es. pesticidi) che di metalli pesanti. Nel caso di inquinanti organici si utilizzano piante in grado di tollerarli, assorbirli metabolizzarli e renderli meno tossici. I metalli pesanti non sono biodegradabili quindi le piante possono eliminarli assorbendoli dal terreno e dalle acque contaminate. Il fitorimedio trova applicazione anche per la purificazione dell'aria e nelle strategie di mitigazione.

In merito alla Ferriera di Servola (
complesso industriale specializzato nella produzione di ghisa destinata ai settori metalmeccanico e siderurgico), Legambiente  ha sollecitato l'attuazione di ulteriori azioni informative nei confronti della popolazione, con il coinvolgimento anche delle scuole. La Regione, ha ricordato che nel 2014, proprio per affrontare il modo trasversale le tematiche ambientali e della salute, è stato istituito l'Osservatorio ambiente e salute  e ha quindi accolto favorevolmente la proposta di avviare nuove attività informative e garantito la massima disponibilità ad attuare, in collaborazione con il Comune di Trieste, anche azioni di educazione ambientale nelle scuole.

red/pc
(fonte: Regione FVG, CNR-Ibmet)