Troppi incidenti sulla neve
Se ne parla oggi a Roma

Si svolge stamattina a Roma una conferenza sulla sicurezza in montagna

Il dato sul  numero delle vittime da valanga e degli incidenti legati alle nuove attività sportive come lo snowboard e l'escursionismo con le racchette da neve è aumentato: è quanto emerge dalle statistiche redatte dal Corpo Forestale dello Stato.

Sciatori
fuori pista imprudenti che provocano valanghe e gli effetti dei cambiamenti climatici sull'ambiente montano ed innevato: questi i temi principali di cui si parlerà nella conferenza programmata per stamattina presso Palazzo Rospigliosi a Roma e a cui saranno presenti, tra gli altri, il Capo del Corpo forestale dello Stato Cesare Patrone, il Comandante delle Truppe Alpine Alberto Primicerj, il Capo del Servizio Meteorologico dell'Aeronautica Militare Costante De Simone e il Capo del Corpo forestale della Regione Siciliana Pietro Tolomeo.

Saranno illustrati, inoltre, i principali risultati emersi dagli studi effettuati dal Corpo forestale dello Stato in collaborazione con il Dipartimento di Climatologia dell'Università' di Ferrara sui cambiamenti meteo-climatici e gli effetti e i rischi in montagna. Verrà anche presentato il XXIV Convegno Internazionale di Climatologia, che si terrà a Rovereto il 6 settembre prossimo, occasione in cui sarà illustrata l'intera indagine sulle tendenze generali e gli scenari climatici relativi alla dorsale appenninica che, data la sua posizione geografica nel cuore del Mediterraneo, e' più sensibile alle variazioni climatiche rispetto ad altri ambienti.



Julia Gelodi