Una delegazione israeliana visita l'Emilia terremotata per conoscere la ProCiv

E' in visita oggi nell'Emilia terremotata una delegazione israeliana con l'obiettivo di conoscere da vicino le modalità di intervento della Protezione Civile in caso di emergenza e il lavoro effettuato post sisma nella realtà dell'Emilia Romagna

Far conoscere da vicino il sistema della Protezione Civile italiana e l'esperienza maturata durante il terremoto in Emilia. E' questo l'obiettivo di una visita che una delegazione composta da alcuni funzionari ministeriali israeliani sta svolgendo oggi in Emilia-Romagna. Con la visita i delegati puntano ad approfondire la conoscenza delle modalità di intervento della Protezione civile in caso di catastrofi naturali e della gestione sia dell'emergenza sia della ricostruzione.

Il programma della giornata è iniziato stamattina alle 9 a Bologna con un incontro nella sede dell'Agenzia regionale di Protezione civile con il direttore Maurizio Mainetti, Chiara Pintor - dirigente dell'area Protezione civile, difesa civile e coordinamento del soccorso pubblico della Prefettura di Bologna - e alcuni rappresentanti della struttura commissariale per la ricostruzione, che hanno illustrato i principali interventi effettuati in seguito al sisma.

Al termine dell'incontro la delegazione sarà accompagnata a Finale Emilia (Mo), città tra le più colpite dal terremoto e che riveste una particolare importanza per la comunità ebraica, come testimonia la presenza di uno dei più antichi e suggestivi cimiteri ebraici dell'Emilia-Romagna, anch'esso danneggiato dal sisma.

Questo incontro con gli esperti israeliani si inserisce nell'ambito dell'accordo bilaterale sottoscritto nel 2013 tra la Presidenza del Consiglio dei ministri, il Dipartimento nazionale della Protezione civile e il Ministry of home from defense of Israel, che prevede una collaborazione nei settori della prevenzione, previsione e risposte a catastrofi naturali.


Redazione/sm

(fonte: Regione ER)