Uniti contro l'AIDS

In occasione della Giornata Mondiale contro l'AIDS, dal 1° dicembre e per tutta la settimana, i giovani della Croce Rossa Italiana saranno in piazza e sui social per sensibilizzare l'opinione pubblica rispetto ai rischi legati al virus HIV, e un grande muro di condom suggerirà rapporti protetti. In Italia, nel 2014, quattromila nuovi casi di sieropositività

Un muro gigante ricoperto di condom che formano la parola "Aids", dal quale ogni persona potrà staccarne uno finché, ora dopo ora, la scritta "Aids" inizierà a scomparire, indicando che solo con l'uso del preservativo si può ridurre la diffusione del virus. Con questa originale iniziativa i Giovani della Croce Rossa Italiana, in occasione della Giornata Mondiale contro l'Aids, saranno presenti in numerose piazze italiane, dal 1° dicembre e per tutta la settimana, come ogni anno, per sensibilizzare la fascia più giovane della popolazione all'educazione alla sessualità e alla prevenzione delle malattie a trasmissione sessuale e per far conoscere i rischi dei rapporti non protetti. In Italia, infatti, nel 2014, secondo l'Istituto Superiore della Sanità, sono stati diagnosticati circa 4000 nuovi casi di sieropositività e la fascia d'età più colpita risulta essere quella dai 25 ai 29 anni. Da quest'anno Croce Rossa può contare su un importante alleato per combattere la diffusione delle malattie sessualmente trasmissibili. Infatti, grazie al protocollo di intesa con Durex Italia, sono stati forniti oltre 75mila condom per supportare le attività di prevenzione che i Giovani della Croce Rossa svolgono a contatto con i ragazzi nelle discoteche, nei pub, nelle piazze e nelle scuole. Oltre alle attività sulle piazze d'Italia, quest'anno i Giovani della CRI promuoveranno l'iniziativa anche sui social network grazie alla collaborazione di tre famosi youtuber: Il Pancio, Homyatol e Maurizio Valente, web star che si impegneranno nella realizzazione di un video spot per parlare dell'importanza del sesso sicuro e della prevenzione. I video saranno disponibili a partire dal 1° dicembre sulla pagina Facebook www.facebook.com/giovani.cri

 

fonte: Ufficio Stampa Croce Rossa Italiana

red/lg