Fonte FEMA

Uragano Ian, continuano le operazioni di soccorso. Si contano 109 morti

La Casa Bianca ha annunciato che il presidente e la first lady visiteranno Porto Rico oggi, lunedì 3 ottobre, e saranno in Florida mercoledì 5 ottobre

Non appena l'Ente federale per la gestione delle emergenze (FEMA) ha lanciato la sua più grande campagna di ricerca e salvataggio, il numero delle vittime dell'Uragano Ian è salito a 109 vittime martedì 4 ottobre. E ci si aspetta che il numero possa continuare a salire. Al momento il numero include le 105 persone che hanno perso la vita in Florida a causa dell'uragano di categoria 4 che si è abbattuto mercoledì 28 settembre, e quattro morti in Lee County dove la tempesta è giunta dopo aver colpito la costa della Carolina del Sud venerdì 30 settembre.  Il presidente Joe Biden e la first lady Jill Biden hanno annunciato che visiteranno le aree devastate questa settimana colpite da morte, alluvioni pericolose e distruzioni dovute all'uragano Ian. In particolare Biden visiterà Porto Rico oggi, lunedì 3 ottobre e la Florida mercoledì 5 ottobre. 

Vitttime 
Il capo dell'Ente federale per la gestione delle emergenze (FEMA), Deanne Criswell ha dichiarato a Fox News che la risposta degli Stati Uniti sarà senza precedenti. "Abbiamo impegnato il più largo numero di forze di soccorso e ricerca di sempre" ha affermato Criswell. I team Search and Rescue della Fema, la guardia costiera e i dipartimenti interni della difesa lavoreranno con le autorità della Florida per cercare le persone disperse a seguito dell'Uragano Ian, che ha causato alluvioni catastrofiche, secondo Criswell. In totale sono state salvate 1100 persone in Florida dall'inizio della tempesta, ha dichiarato il governator Ron De Santis in una conferenza sabato scorso, 1 ottobre. "C'è stato una grande volontà di aiutare e ho visto molta resilienza in questa comunità fatta di persone che si sono impegnate per rimettere le loro comunità in piedi" ha dichiarato De Santis. "Saremo qui e aiuteremo passo a passo lungo la strada". Dopo che Ian è stato declassato a ciclone post-tropicale, il Centro Nazionale Uragani ha detto in una nota di sabato scorso 1 ottobre. In totale in Nord Carolina sono morte 4 persone, secondo quanto annunciato dal governatore Roy Cooper sabato 1 ottobre. Con le ricerche in corso e le acque alluvionali che retrocedono lasciando spazio ai rifiuti delle case distrutte, le autorità locali hanno avvisato che il numero di morti e di case distrutte che l'uragano Ian ha lasciato attorno a se può diventare man mano più visibile. 

Zone colpite
Non ci sono molti dettagli della visita di Biden nei luoghi colpiti dall'Uragano ma il presidente ha espresso la sua preoccupazione per le aree distrutte dalla tempesta durante il Congresso di sabato sera, 1 ottobre. "I nostri cuori sono appesantiti per i devastanti uragani che hanno colpito Porto Rico, Florida e Sud Carolina. E dobbiamo a Porto Rico molto molto di più di quello che hanno già ricevuto" ha detto Biden. Per tutta domenica alcune contee della Florida sono rimaste sotto l'ordine di evacuazione obbligata incluse parti delle contee di Charlotte, Citrus, Collier, Hernando, Hillsborough, Lee, Levy, Manatee, Pasco, Pinellas, St. Johns, e Sarasota. Secondo il sito PowerOutage.us la sera di domenica 2 settembre sono rimaste senza energia eletrrica almeno 746.049 proprietari di casa e uffici in Florida, 314 in Carolina del Sud, 7.073 in Carolina del Nord e 4.597 in Virginia. Le aree coperte dalla dichiarazione di disastro del Presidente Biden avranno diritto a risarcimenti (Le contee di Charlotte, Collier, DeSoto, Hardee, Hillsborough, Lee, Manatee, Pinellas and Sarasota). Altre aree potrebbero essere designate dopo le stime dei danni, ha fatto sapere la Casa Bianca. 

red/cb
(Fonte: Nbc News)