fonte Archivio sito

Vaccino, AstraZeneca, nuovo taglio delle consegne del secondo trimestre

Dopo un primo taglio, anche nel secondo trimestre, tra aprile e giugno l'azienda farmaceutica anglosvedese taglierà la fornitura del 50%

Dopo un primo taglio per problemi non specificati di produzione, arriva la notizia del secondo taglio del 50% delle dosi di vaccino per l'Europa prodotte da AstraZeneca. L'azienda farmaceutica quindi dopo aver dimezzato le dosi per il primo trimestre portando la consegna da 80 a 40 milioni di vaccini, anche nel secondo trimestre conferma che le consegne dovrebbero passare da 180 milioni di dosi a meno di 90. Una notizia che ha come conseguenza la frenata brusca dei programmi di vaccinazione in tutti i paesi europei e quindi anche in Italia.

Reazione della Ue
La Commissione europea non smentisce la notizia del taglio delle dosi anche nel secondo trimestre ma dichiara tramite un portavoce: “Le discussioni con AstraZeneca sul calendario delle consegne continuano la compagnia sta rivedendo il calendario e lo sta consolidando, sulla base di tutti i siti produttivi disponibili, in Europa e fuori. La Commissione si attende che le venga presentata una proposta di calendario migliorata".

Red/cb

(Fonte: AdnKronos)