(fonte foto: CNSAS)

Valanga di Livigno: morto lo sciatore svizzero

Non ce l'ha fatta lo sciatore svizzero che martedì è stato travolto da una valanga a Livigno (SO)

Non c'è stato niente da fare per il 34enne di nazionalità svizzera travolto martedì pomeriggio dalla valanga staccatasi  a Livigno, nella zona di Carosello 3000 - Valle del Monte.
L'uomo stava praticando l'heliski con altre tre persone, accompagnati da una guida alpina., quando è stato sommerso dalla massa nevosa
"Ho urlato loro di seguirmi e di spostarsi tutti sulla destra - ha spiegato la guida - ma loro, forse spaventati, hanno proseguito dritti verso valle, fino a quando sono stati sommersi dalla neve. I primi due sono scesi seguendo la mia linea e si sono fermati accanto a me, in un punto sicuro, quando è partito il terzo abbiamo sentito staccarsi la valanga".
I soccorritori accorsi sul posto lo avevano disseppellito e, resisi conto che l'uomo era in arresto cardiocircolatorio, lo avevano sottoposto a manovre di rianimazione e successivamente trasportato d'urgenza all'ospedale di Bergamo nel reparto di Cardiochirurgia, dove oggi è avvenuto il decesso.
La Procura  di Sondrio ha aperto un'inchiesta per stabilire eventuali responsabilità: "La valanga - ha dichiarato il procuratore capo Elvira Antonelli -  è stata provocata, le ipotesi di reato sono valanga e per ora omicidio colposo".


red/pc