Valanghe sulle Alpi, diverse vittime nel weekend

Sono in totale sei le persone rimaste vittime di valanghe nel fine settimana, uno sciatore è ancora disperso

Nel fine settimana sei persone hanno perso la vita in montagna a causa delle numerose valanghe che si sono distaccate nei passati due giorni. Stamane sono stati individuati i corpi senza vita di tre freerider - due britannici e due francesi - dispersi da ieri sopra Courmayeur. I cadaveri erano sepolti sotto una valanga in Val Veny, nella zona del canale degli Spagnoli. Soccorso alpino valdostano e Soccorso alpino della guardia di finanza, con unità cinofile ed elicottero della Protezione civile, proseguono le ricerche del quarto disperso.

Sempre ieri, in Val d'Aosta, un escursionista milanese, 44 anni, ha perso la vita, travolto da una valanga, mentre sciava fuoripista con due amici, rimasti illesti ma sotto shock.

Un ragazzo belga di 24 anni ha perso la vita nel tardo pomeriggio di ieri, invece, nella zona di Livigno. Era con un amico e stavano praticando snowboard. A un certo punto hanno deciso di abbandonare la pista per spostarsi in un’altra area e hanno attraversato un canale. L’amico è partito in discesa, il ragazzo invece è rimasto indietro; aveva qualche problema al ginocchio e quindi l’amico ha pensato che potesse avere ritardato per questo motivo. Quando l’attesa è diventata più lunga del previsto ha allertato i soccorsi. L’intervento è quindi partito come ricerca di persona dispersa. Impegnati il Soccorso alpino della VII Delegazione Valtellina - Valchiavenna, stazione di Livigno, e il Sagf - Soccorso alpino Guardia di finanza. I soccorritori hanno esaminato alcuni canali nella zona indicata e in uno di questi hanno trovato il giovane, senza vita, sotto un paio di metri di neve. Una valanga di piccole dimensioni lo aveva travolto. Il corpo è stato recuperato e portato a valle.

Sempre in provincia di Sondrio, a Santa Caterina Valfurva, un altro snowboarder di 43 anni, di Varese, è precipitato in un crepaccio rimanendo incastrato, ed è morto assiderato prima che i soccorritori riuscissero a raggiungerlo.

La Presidenza della Regione Val d'Aosta, anche in seguito ai gravi incidenti, invita tutte le persone che frequentano la montagna in questo periodo a prestare la massima attenzione alle informazioni giornaliere meteo nivologiche rese dagli uffici della Regione.

In particolare, le informazioni meteo aggiornate e i bollettini di criticità sono disponibili al link:
Il bollettino neve e valanghe è invece disponibile al link
red/mn

(fonte: Ansa, Cnsas Lombardia)