fonte Pixabay

Vandali distruggono mezzi della protezione civile a Roma

Nella notte ignoti hanno fatto a pezzi parabrezza e finestrini di tre mezzi del Dpc al Casilino

Atto vandalico questa notte in un deposito della Protezione Civile al Casilino, in via Toraldo a Roma dove alcuni individui non ancora identificati hanno forzato l'accesso e distrutto parabrezza e finestrini di tre mezzi del Dipartimento. Danneggiati un PK, una Jeep, ed un’autopompa.

Sul posto si è recata la polizia del commissariato Casilino che ha aperto un’indagine. E’ intervenuta anche una squadra della polizia scientifica per i rilievi del caso. Gli agenti stanno lavorando su alcune telecamere che si trovano vicino al deposito e che potrebbero avere inquadrato gli autori del danneggiamento. Gli investigatori lo considerano un fatto grave per il fatto che gli anonimi hanno attaccato i veicoli a disposizione della collettività in caso di calamità naturali.

Il gesto giunge ad un mese da un altro atto vandalico quello che ha visto il danneggiamento della statua dedicata agli uomini della Protezione Civile, nella città di Ghedi, in provincia di Brescia. In quel caso i vandali avevano rimosso la mano che nella scultura rappresentava la richiesta d’aiuto alle unità cinofile, impegnate durante un terremoto. La mano che spuntava dalle macerie era un omaggio alle vittime del terremoto dell’Aquila nel 2009.

Red/cb
(Fonte: Il Messaggero)