Veneto: 400 ragazzini alla scoperta dei consorzi di bonifica

Un'interessante iniziativa portata avanti dalla Regione Veneto e dall'Unione Veneta Bonifiche per far scoprire ai ragazzini delle scuole elementari e medie la realtà dei Consorzi di Bonifica passando dai temi della sostenibiltà ambientale e del risparmio idrico

Parte in Veneto il progetto Scuola della U.V.B. (Unione Veneta Bonifiche), dal titolo "Acqua, Ambiente e Territorio, alla scoperta dei Consorzi di bonifica".
Il progetto, realizzato dalla Regione insieme ai Consorzi di bonifica del Veneto, vedrà la partecipazione di circa 400 alunni di scuole elementari e medie di cinque Istituti scolastici regionali.
Il progetto è nato con l'obiettivo di sensibilizzare ed educare le nuove generazioni sui temi ambientali, per far sì che si adottino, di conseguenza, comportamenti improntati alla sostenibilità e alla conservazione dell'ambiente. Una particolare attenzione sarà dedicata al risparmio idrico ed al consumo consapevole dell'acqua. Attraverso strumenti innovativi multimediali, ai ragazzi verranno spiegati il ruolo e l'attività dei Consorzi di bonifica, approfondendo temi come la salvaguardia idraulica del territorio, l'uso della risorsa idrica a fini irrigui, i cambiamenti climatici e le innovazioni messe in campo dai Consorzi nel Veneto.
Una simile iniziativa, sempre mirata alla sensibilizzazione degli studenti sulle tematiche ambientali e in particolare sulla risorsa idrica, è in atto in collaborazione con l'Università di Padova: Con questo ulteriore progetto la Regione Veneto allarga il tema anche al ruolo dei Consorzi di bonifica

Il precorso che i 400 partecipanti seguiranno, durerà tutto l'anno scolastico con  laboratori multimediali, lezioni in aula, visite guidate ai luoghi di bonifica. I ragazzi riceveranno il "Diario di Alex e Flora - Alla scoperta del meraviglioso mondo dell'acqua": un vero e proprio supporto didattico, diviso per moduli tematici.

E  non si tratterà solo di teoria, perchè i ragazzi veneti hanno avuto modo, in questi ultimi anni, di sperimentare o vedere da vicino le conseguenze dell'assenza di risorse idriche (ricordiamo la pesante siccità del 2012)  o del dissesto idrogeologico (alluvione 2010): il progetto è stato accolto con grande entusiasmo sia dai ragazzi sia dai loro insegnanti e si sta già pensando di ripeterlo negli anni rendendo partecipe il maggior numero possinbilie di alunni.

I ragazzi interagiranno con quanto appreso e produranno loro stessi dei materiali (elaborati, cartelloni, video, ecc) che, a fine percorso verrranno resi pubblici. Inoltre  i partecipanti saranno protagonisti di un grande evento alla Fiera Campionaria di Padova in occasione della Settimana Nazionale della Bonifica e dell'Irrigazione e della Settimana Veneta dell'Ambiente 2014.


Patrizia Calzolari