Veneto, oltre 2 milioni di euro alle associazioni di Protezione Civile

Complessivamente sono stati assegnati 5 milioni di euro di contributi durante l’anno per attività di Protezione Civile dalla Regione Veneto

A chiusura del 2020, la Regione Veneto ha stanziato, con due delibere, oltre 2 milioni di euro per le associazioni di Protezione Civile. In totale, durante l'anno, sono stati stanziati 5 milioni di euro a favore delle associazioni di protezione civile venete. “Un piccolo grande segnale per testimoniare il nostro grazie ai nostri volontari per l’immane lavoro che sempre svolgono; quest’anno più che mai”, ha detto l’assessore veneto alla Protezione Civile, Gianpaolo Bottacin, sottolinea ancora una volta la riconoscenza che la Regione esprime ai volontari del Veneto.

Più mezzi
“La prima delibera impegna 871.000 euro – dettaglia l’assessore - ed è dedicata al potenziamento delle dotazioni e dei mezzi necessari all'attuazione degli interventi di protezione civile e di antincendio boschivo. Un contributo, a tutela della popolazione e del territorio, che va a rafforzare l’intero sistema regionale e anche la colonna mobile in modo da garantire la reperibilità di attrezzature che, da ogni parte del territorio regionale, possano intervenire efficacemente in supporto a zone colpite da calamità o incendi boschivi”.

Emergenza Covid
“Con la seconda abbiamo invece assegnato 1.250.000 euro quale contributo alle associazioni per il loro impegno da agosto ad oggi nell’emergenza coronavirus – aggiunge Bottacin -. Contributo che si somma a 1.477.000 euro già attribuiti a fine agosto per i mesi da febbraio a luglio e ai 345.000 euro di rimborsi spese. Cifre importanti ma che non sono nemmeno un decimo degli effettivi costi. Qualora fossero quantificate come lavorative le giornate uomo messe a disposizione gratuitamente dai volontari durante il covid-19, infatti, avrebbero un valore economico di oltre 30 milioni di euro”.

L'mpegno per il 2020
Altri contributi dati nel corso dell’anno dall’assessorato riguardano le convenzioni con il Soccorso Alpino (300.000 euro, oltre a quelli riservati dalla Sanità), l’Associazione Nazionale Alpini (60.000 euro) e l’Agesci (15.000 euro). Una specifica convenzione con i Vigili del Fuoco, inoltre, ha consentito di stanziare 350.000 euro in favore del comando interregionale per le attività dei permanenti in Veneto, 150.000 euro per i trenta distaccamenti volontari e 40.000 euro per la formazione, sempre dei volontari. A tutte queste somme vanno inoltre aggiunti 215.000 euro di rimborsi alle associazioni per attività antincendio boschivo e 110mila per altre attività. “Complessivamente sono 5 milioni di euro di contributi assegnati durante l’anno per attività di Protezione Civile - conclude Bottacin –. Un importo che sottolinea il nostro impegno a continuare nel rafforzamento del nostro sistema regionale, già al top a livello nazionale e non solo”.

red/mn

(fonte: Regione Veneto)