Venezia, incontro autunnale del Club of Venice. La Protezione civile presente per parlare di comunicazione ed emergenza

L'evento in programma domani e venerdì 20 novembre all'isola di San Servolo.

L'evento. Si svolge nell'isola di San Servolo a Venezia, dal 19 al 20 novembre, il tradizionale incontro autunnale del Club of Venice, organismo informale che riunisce i responsabili della comunicazione istituzionale degli Stati e delle istituzioni europee. Il coordinamento operativo del Club of Venice è assicurato da alcuni anni dal Segretariato del Consiglio d'Europa e l'edizione annuale a Venezia è promossa dal Dipartimento per le Politiche Comunitarie della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Il programma. La mattinata del primo giorno è interamente dedicata alla comunicazione in emergenza. In apertura l'intervento del Capo del Dipartimento della Protezione Civile, Guido Bertolaso, nell'anno in cui l'emergenza rifiuti in Campania, il terremoto in Abruzzo e l'alluvione nel messinese hanno visto impegnata la Protezione Civile italiana.
Nella sessione dedicata alla comunicazione in emergenza, la responsabile del Servizio Comunicazione della Protezione civile, Barbara Altomonte, illustrerà le azioni e le strategie adottate dopo il terremoto del 6 aprile all'Aquila. Dagli incontri con i cittadini, alle visite delle istituzioni e delle personalità del mondo dello spettacolo e della cultura per mantenere alta l'attenzione sull'Abruzzo, alla campagna di comunicazione integrata "Gli strumenti per ripartire", al coinvolgimento diretto delle istituzioni e degli enti locali anche nelle attività di ascolto e informazione al cittadino.

Temi energetici, climatici e ambientali. Oltre a questo tema, le sessioni plenarie prevedono un confronto sulla comunicazione pubblica in merito a temi energetici, climatici e ambientali, sull'incidenza dell'innovazione tecnologica nei processi di comunicazione istituzionale e nello sviluppo dei social network, e sulla comunicazione relativa ai processi di integrazione europea dopo le elezioni del Parlamento e nei nuovi assetti delle istituzioni della UE. Interverranno all'incontro anche il Capo del Dipartimento per le Politiche Comunitarie Roberto Adam e i rappresentanti del Comune e della Provincia di Venezia.

Comunicazione digitale/Web 2.0/Audivisivi. Si darà conto dello stato dell'arte di Living Europe, progetto avviato nell'ambito del Club, una sorta di "portale dei media europei", concepito per garantire un facile accesso alle informazioni relative agli Stati membri. Un primo e concreto passo operativo per la creazione di uno "spazio pubblico europeo". Al progetto ha partecipato anche il Dipartimento Politiche Comunitarie, con una scheda sull'Italia. Sono previsti anche interventi di best practice realizzate in alcuni Stati nel campo della comunicazione sull'UE attraverso i social media, come Facebook.

Capacity building. Nel campo della comunicazione istituzionale, i Paesi Bassi presenteranno un documento su un'esperienza realizzata negli anni scorsi con buoni risultati al quale l'Italia ha partecipato con un contributo sulla normativa nazionale sulla comunicazione istituzionale. L'Italia è infatti uno dei pochi Stati ad avere una legislazione su questa materia.

Sessione UE. Si parlerà della comunicazione sul Trattato di Lisbona, a partire dall'esperienza irlandese e si farà un bilancio della campagna di comunicazione per le recenti elezioni europee. In tema di cambiamenti climatici, alcuni Stati illustreranno attività di comunicazione realizzate in vista della conferenza di Copenaghen.


Il Club di Venezia è un organismo informale che riunisce i responsabili della comunicazione istituzionale degli Stati dell’UE (membri e candidati) e delle istituzioni comunitarie (Commissione, Parlamento e Consiglio). Il Club è una occasione importante di collaborazione e scambio di best practice tra addetti ai lavori.



red/ev