Vigili del Fuoco esclusi:
non ci saranno a "Terex 2010"

Esclusi da 'Terex 2010' per "mancanza di fondi". La protesta dei Vigili del Fuoco per bocca di Antonio Brizzi, segretario generale Conapo

A fine novembre prossimo, in Garfagnana (provincia di Lucca), avrà luogo un' importante esercitazione di portata internazionale, denominata 'Terex 2010', (Tuscany Earthqauke Relief Exercise), che consisterà nella simulazione di un gravissimo terremoto, con conseguenti danni a livello idrogeologico, a Piazza del Serchio, e comporterà il coinvolgimento di numerosi soggetti istituzionali, a partire dall'Unione Europea e dal Dipartimento nazionale di Protezione Civile che fa capo alla Presidenza del Consiglio, oltre che Comuni e Prefetture, la Regione Toscana, le Province di Lucca, Massa Carrara, Pisa e Pistoia, la protezione civile locale e le associazioni di volontariato. Per la simulazione, sarà ricreato lo scenario seguente al sisma che colpì la stessa Piazza al Serchio nel settembre 1920 (un terremoto di magnitudo 6.4, che provocò 171 vittime).  L'esercitazione vedrà la partecipazione di esperti e moduli di Francia, Slovenia, Croazia, Austria e Federazione Russa, oltre che un osservatore per ciascuno dei restanti 27 Stati Membri. Il vice presidente della Provincia di Massa Carrara e assessore alla Protezione Civile, Fabrizio Magnani  ha definito l'evento: "un'occasione unica e irripetibile per poter testare e provare sul campo un modello di intervento che avrà osservatori da tutta l'Europa e che ci consentirà di provare la macchina della protezione civile permettendoci di evidenziare punti di forza ed eventuali debolezze come se ci trovassimo di fronte ad una vera emergenza". I Vigili del Fuoco italiani non parteciperanno a questa importante attività esercitativa per mancanza di fondi economici disponibili per pagare il personale che dovrebbe essere impiegato.

L'esclusione del Corpo della Toscana da "Terex 2010", ha provocato la protesta delle sigle sindacali dei Vigili del Fuoco contro il Direttore Regionale del corpo e tutti i Prefetti della Toscana .Le sigle sindacali sottolineano però che nel contempo il Nuovo Capo del Corpo VVF, l'Ing. Alfio Pini, ha organizzato con il Dipartimento Centrale una grande manifestazione a Cortina d'Ampezzo per il 1° Raduno del Corpo Nazionale Vigili del Fuoco, con impegni di spesa importanti, spostando mezzi e strumenti per una sfilata, come viene definita dalle sigle sindacali dei Vigili del Fuoco, "assolutamente incoerente con le reiterate dichiarazioni di 'sobrietà' che invece il Governo annuncia e richiede a tutti per effetto della pesante crisi economica in atto".

Antonio Brizzi, segretario generale Conapo, ha dichiarato alla redazione del giornaledellaprotezionecivile.it
, che l'esclusione dalla manifestazione 'Terex 2010' per mancanza di fondi, faccia emergere il problema della mancanza di un fondo da gestire in modo autonomo da parte dei Vigili del Fuoco e sottolinea che 'i soldi dovrebbero andare direttamente a noi, senza passare da Protezione Civile e Regioni'. Secondo quanto Brizzi ha riferito alla nostra redazione, un Corpo come quello dei Vigili del Fuoco, molto preparato e composto di molti tecnici, dovrebbe essere utilizzato per la sicurezza dei cittadini e la stessa Protezione Civile dovrebbe 'pretendere' di avere nei Vigili del fuoco il suo corpo di polizia, per effettuare operazioni di soccorso ma anche controlli, soprattutto legati alla sicurezza, in tutte le situazioni dove la stessa protezione civile non riesce ad arrivare. Per Brizzi, il Corpo dei Vigili del Fuoco, deve essere un 'organo di Stato super partes per la sicurezza', in quanto dal 2006, secondo l'art.117 della costituzione, è a tutti gli effetti un corpo di polizia.



Julia Gelodi