Viterbo: precipita elicottero
dell'esercito. Due vittime

Il Generale capo dell'aviazione dell'esercito e un giovane tenente allievo pilota hanno perso la vita questa mattina a causa della caduta dell'elicottero sul quale stavano effettuando un addestramento

Un elicottero dell'Esercito Italiano con a bordo due piloti è precipitato questa mattina fra Marta e Tuscania, in provincia di Viterbo, mentre effettuava un'operazione di addestramento . Il velivolo, un AB 206, era scomparso dai radar poco dopo le 12,30 nella zona di Monte Romano, tra Tarquinia e Viterbo a nord di Roma. Si tratta di una zona impervia e non raggiungibile con i mezzi di terra, ma solo percorrendo a piedi alcuni sentieri.  Alle ricerche hanno partecipato anche elicotteri giunti da altre regioni d'Italia ed è stato l'equipaggio di un altro velivolo militare ad individuare i rottami e i corpi dei due piloti imprigionati tra le lamiere. Putroppo per loro non c'era più nulla da fare: il personale medico militare non ha potuto far alto che constatarne il decesso. Si tratta di Giangiacomo Calligaris, 58 anni, Generale a capo dell'Aviazione dell'Esercito (Aves) e di Paolo Tozzi, 28 anni, tenente allievo pilota.
Nella zona, nei pressi di un'area di esercitazioni militari, sarebbe stata segnalata da Enel una linea elettrica aerea tranciata, da ciò la deduzione che le pale dell'elicottero potrebbero aver colpito i tralicci dell'alta tensione.

red/pc