(fonte foto: agronotizie.imagelinenetwork.com)

Xylella fastidiosa: interviene la Protezione civile

Per rendere ancora più incisive le attività necessarie alla tutela del nostro territorio colpito dal batterio "Xylella fastidiosa" e in particolare del patrimonio olivicolo nazionale, verrà nominato nei prossimi giorni un commissario di protezione civile con poteri straordinari

Il Mipaaf, Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali comunica che si è tenuta ieri mattina una riunione sulle azioni di contrasto alla Xylella fastidiosa, batterio riscontrato in particolare nei territori della Puglia. Si tratta di un batterio che  sta devastando gli uliveti in particolare, ma non solo, e  che, per la sua alta portata infettiva, rientra nella "lista nera" dei batteri da quarantena, necessariamente da isolare. Secondo recenti indagini genetiche, condotte in collaborazione con i maggiori esperti mondiali di Xylella, il ceppo identificato a Lecce, la cui provincia è la più colpita, è da ritenersi una variante atipica di una sub-specie originaria del Centro America. Per quanto concerne la gamma delle piante a rischio, sono state riscontrate infezioni, oltre che su olivo, anche su  oleandro, mandorlo, vinca, e più recentemente, ciliegio, mentre non sono risultate suscettibili vite e agrumi.

In Puglia, che già sta pagando un prezzo molto alto alla diffusione di questa " malattia degli olivi", lo scorso autunno è stato dichiarato lo "stato di emergenza fitosanitaria straordinaria" e la Regione  ha istituito un Comitato Consultivo permanente (formato da istituzioni, associazioni di categoria, organi ispettivi e enti di ricerca), per esprimere pareri e proposte in relazione delle attività che si dovranno attuare per far fronte a questa emergenza.

All'incontro di ieri al Mipaaf hanno partecipato, oltre al Ministro Maurizio Martina, il capo dipartimento della Protezione civile, Franco Gabrielli, il Presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, l'Assessore all'Agricoltura della Regione Puglia, Fabrizio Nardoni e rappresentanti della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Nel corso dell'incontro si è fatto il punto sulle azioni già intraprese e su quelle da realizzare in attuazione dei provvedimenti di lotta obbligatoria già emanati. Durante la riunione è stato deciso il coinvolgimento della Protezione civile nelle prossime fasi operative e, pertanto, nei prossimi giorni si darà avvio alle procedure per la nomina di un commissario di protezione civile, con poteri straordinari, per rendere ancora più incisive le attività necessarie alla tutela del territorio colpito dalla Xylella e del patrimonio olivicolo nazionale.

red/pc