fonte Pixabay

Scoperta discarica abusiva nel Messinese

L'area di quattromila metri quadrati con rifiuti pericolosi è stata sequestrata, ritrovati anche numerosi fusti contenenti oltre milletrecento litri di carburante. Il proprietario del terreno è stato denunciato

Pneumatici, elettrodomestici fuori uso, materassi, materiale di risulta di demolizioni di strutture in cemento armato, fusti di gasolio esausti e motori di condizionatori dismessi. È quanto scoperto dai finanzieri del Comando provinciale di Messina in un'area di quattromila metri quadrati nel territorio di Santa Teresa Riva. Il terreno, che è stato sequestrato, era adibito a discarica abusiva di rifiuti. L'area era da tempo utilizzata da un 42enne, titolare di una ditta di installazione di impianti idraulici e di climatizzatori, come luogo in cui scaricare i materiali di scarto della sua attività. Nel terreno, inoltre, le fiamme gialle hanno scoperto numerosi fusti collegati con una pompa a motore e contenenti oltre 1.300 litri di carburante per autotrazione: l'ipotesi della guardia di finanza è che fosse destinato alla vendita. Il proprietario del terreno è stato denunciato alla Procura di Messina per gravi reati ambientali, ricettazione e contrabbando di prodotti energetici

Red/cb
(Fonte: Dire)