Ancora pioggia, ancora morti: fino a quando?

Ancora maltempo, ancora vittime: ieri due sorelle sono morte mentre transitavano con la loro auto in una zona colpita da un violento nubifragio, nel grossetano, travolte dalla piena di un fosso

Da un po' di tempo a questa parte "maltempo" è sinonimo di catastrofe, morti, danni, distruzione. E' successo di nuovo, ieri sera, due donne, due sorelle, Marisa e Graziella 69 anni e 65 anni, sono state travolte dall'acqua mentre erano in auto dirette non sappiamo dove. Quali saranno stati i loro pensieri, se abbiano capito cosa stava succedendo, quale il loro terrore non ci è dato di sapere. Possiamo immaginare lo strazio dei parenti, quello sì, possiamo prevedere parola per parola cosa verrà detto nei discorsi ufficiali: siamo vicini alle famiglie, il dolore dei parenti è quello dell'intera comunità, e poi si citeranno la prevenzione, la messa in sicurezza, la responsabilità, la necessità di fare bene e presto ecc ecc. Parole sante e giuste, ma che non faranno da ombrello ai prossimi morti.

Marisa e Graziella Carletti, originarie di Manciano (GR), si trovavano in località a Sgrillozzo in macchina, una Citroen C3, quando la piena del fosso Sgrilla, un affluente dell'Elsa, le ha inghiottite. I vigili del fuoco hanno recuperato le donne ormai prive di vita all'interno del veicolo sommerso dall'acqua. Poco distante, un'altra tragedia si era consumata esattamente due anni fa: il crollo del ponte di S.Andrea nel fiume Albegna, durante un forte temporale, uccise tre uomini, dipendenti dell'Enel che tornavano a casa in auto.
Quello che è successo ieri pomeriggio in Maremma è quel violento fenomeno meteo oggi diffusamente indicato come bomba d'acqua, termine non a torto sgradito agli addetti ai lavori, se non altro per il carico sensazionalistico che racchiude, e che anche a noi non piace molto a dire il vero. Un violentissimo nubifragio si è abbattuto sulla zona di sud della provincia di Grosseto, nell'area tra Manciano, Saturnia e Marsiliana, nei comuni di Manciano, Magliano in Toscana e Orbetello. I pluviometri  hanno registrato cumulati fino a 120-130 mm in due ore, con intensità massime fino a 50-60 mm in un'ora, provocando esondazione di corsi d'acqua, allagamenti di case, negozi, isolando poderi e sommergendo strade.  Sul luogo i soccorsi dei tecnici della protezione civile, del soccorso alpino e dei vigili del fuoco. Il soccorso alpino intervenuto con l'elicottero, ha portato in salvo diverse persone rimaste bloccate nelle autovetture lungo le strade alluvionate, recuperandole con il verricello. I vigili del fuoco hanno tratto in salvo altre nove persone colpite da ipotermia e ne hanno evacuate altre 27. In volo anche un elicottero dell'Aeronautica militare dotato di visori notturni e con a bordo personale VVF esperto della zona. Traffico bloccato sull'Aurelia, tra Orbetello e Albinia. Il Comune di Orbetello ha fatto in tempo ad avvisare gli abitanti, anche con sms, chiedendo di spostarsi ai piani alti delle abitazioni, e ha deciso di evacuare, a scopo precauzionale,  le famiglie delle zone particolarmente a rischio di Polverosa, Aunti, Alberone e Priorato. Al momento non risultano altre vittime o dispersi.
Oggi rimangono evacuate le famiglie sfollate ieri pomeriggio. Nella notte tornati sotto i livelli di guardia i fiumi principali: l'Albegna ha esaurito l'onda di piena intorno alle 3, con regolare deflusso a mare, rimasta sempre entro gli argini. In crisi, invece, il reticolo minore di fossi e torrenti, che hanno esondato con danni agli argini, ponti crollati, opere distrutte. Fortunatamente nella notte la pioggia ha concesso una tregua, ad eccezione per alcune aree a nord di Grosseto, ma non nel bacino dell'Albegna. Ora la Provincia avvia una prima stima dei danni.  I sopralluoghi verranno fatti anche in elicottero. La situazione meteo nel sud della provincia di Grosseto comunque si prevede in progressivo miglioramento.

Sui siti internet della Provincia di Grosseto e del Comune di Marciano gli aggiornamenti su viabilità e scuole e la raccomandazione: "EVITATE GLI SPOSTAMENTI".

red/pc