fonte foto: Rotes Kreuz Gänserndorf

Austria, esplosione in impianto di distribuzione di gas, ripartono i flussi verso l'Italia

I flussi provenienti dal gasdotto Trans Austria Gasleitung, che porta il gas russo in Italia attraverso il Tarvisio (UD), sono ripresi ieri sera alle 21

I flussi provenienti dal gasdotto Trans Austria Gasleitung, che porta il gas russo in Italia attraverso il Tarvisio (UD), sono ripresi ieri sera alle 21. Lo conferma un portavoce di Snam. L'esplosione nell'impianto di distribuzione di Baumgarten an der March (Austria), che ha causato una vittima e diciotto feriti nella mattinata di ieri, aveva bloccato la distribuzione di metano in Italia.

Ieri il ministro dello Sviluppo, Carlo Calenda, ha annunciato l'immediata proclamazione dello stato di emergenza che scatta in automatico e predispone il sistema a reagire in fretta, ma non c'è mai stato un allarme concreto per il sistema Italia, soprattutto alla luce della ripresa del flusso di gas che, Snam assicurava, sarebbe avvenuto prima della mezzanotte, come poi è accaduto. Il gruppo aveva già evidenziato come dopo l'incidente il "flusso di importazioni di gas dalla Russia è stato temporaneamente interrotto", ma "la sicurezza del sistema italiano è garantita dagli stoccaggi". Depositi che 'valgono' 12 miliardi di metri cubi (possono salire a 17 con le riserve strategiche) e che hanno garantito la sicurezza del sistema nelle precedenti crisi del 2006 e del 2012, generate in entrambi i casi dalle difficoltà di approvvigionamento dal fronte russo.

red/mn

(fonte: Ansa)