Bologna: sabato si inaugura il Centro Unificato di ProCiv

Sarà un presidio costante specializzato nel rischio idraulico il nuovo Centro Unificato di Protezione Civile della Provincia di Bologna. Sabato 18 ottobre l'inaugurazione a Granarolo dell'Emilia

Creare un presidio del territorio costante grazie ai volontari delle associazioni di Granarolo e degli altri Comuni dell'Unione di Terre di Pianura, è questo l'obiettivo del nuovo Centro Unificato di Protezione Civile della Provincia di Bologna.

La struttura si connoterà come "polo idro": fra le tante tipologie, quella del rischio idraulico rappresenta infatti per la provincia di Bologna, ed in particolar modo per la pianura, una delle più rilevanti. Qui saranno raccolti e tenuti a disposizione materiali e strumenti di pronto intervento: supporto tecnico logistico specializzato sul rischio idraulico, con tutte le attrezzature necessarie allo svolgimento delle attività sia emergenziali che addestrative, nelle diverse fasi.

Il Centro - che verrà inaugurato sabato 18 ottobre a Granarolo dell'Emilia (ore 10 via del Frullo, frazione Quarto Inferiore) e sarà intitolato al vicepresidente della Provincia Giacomo Venturi scomparso lo scorso 4 ottobre - verrà messo a disposizione della Consulta Provinciale del Volontariato della Protezione Civile.

Il primo stralcio funzionale del progetto, realizzato prevalentemente con risorse proprie della Provincia, completate ed integrate da fondi regionali, ha portato alla realizzazione di due edifici, una palazzina uffici e un magazzino/ricovero mezzi.

All'interno la grande sala riunioni del piano terra servirà per le attività di formazione e riunione, mentre il collegamento internet dati, in via di attivazione, consentirà l'allestimento di un centro operativo capace di assicurare collegamenti veloci e tecnologicamente avanzati. All'esterno, i quasi 3 ettari disponibili potranno ospitare l'area di ammassamento, già attrezzata con i servizi tecnologici, l'eliporto e aree di ricovero mezzi che si andranno ad affiancare a quelle coperte disponibili.

Il Centro è stato creato coerentemente con il ruolo che, con la Legge 1 del 2005, la Regione Emilia-Romagna ha assegnato alle Province in materia di Protezione Civile ammodernando l'articolazione della presenza del Sistema di Protezione Civile sul territorio, definendo l'obiettivo di una rete di presidi di diverso rango, così da poter sempre più efficacemente fronteggiare i diversi livelli di emergenza e calamità. Si è così progressivamente arricchita, sul territorio bolognese, la rete dei COC (Centri Operativi Comunali) e dei COM (Centri Operativi Misti), cui mancava la complementarietà di un'area di ammassamento prossima alla città e soprattutto di un Centro Unificato provinciale.Il


Programma dell'inaugurazione

Ore 10 Presentazione del Centro
Intervengono
Beatrice Draghetti, presidente della Provincia di Bologna
Maurizio Mainetti, direttore Agenzia Regionale di Protezione Civile
Riccardo Malagoli, assessore alla Protezione Civile del Comune di Bologna
Emanuele Burgin, assessore all'Ambiente, Protezione Civile della Provincia di Bologna
Daniela Lo Conte, sindaco Comune di Granarolo dell'Emilia
Matteo Castelli, presidente della Consulta Provinciale del Volontariato di Protezione Civile

Ore 11 Consegna ai Volontari degli attestati di partecipazione al "Corso rischio idraulico"

Ore 11,30 Taglio del nastro e intitolazione


Redazione/sm

(fonte: Provincia di Bologna)