Coronavirus, chiudono bar e ristoranti in Catalogna

Chiusi anche i servizi che richiedono contatto fisico e limitata la capienza in centri commerciali e palestre

La Catalogna chiuderà bar e ristoranti per almeno 15 giorni per contenere il contagio da coronavirus nella comunità, aumentato alle stelle nelle ultime settimane. Le nuove restrizioni dovrebbero entrare in vigore da venerdì. Verranno chiusi anche i servizi che richiedono il contatto fisico (esclusi i parrucchieri) e la capienza nei locali commerciali e nelle grandi aree commerciali sarà ridotta al 30% e nelle palestre al 50%. Il piano dell'esecutivo catalano è ridurre le interazioni e gli incontri sociali, cioè quando si verificano la maggior parte delle infezioni. Le misure dovranno essere approvate dalla Corte superiore di giustizia della Catalogna.

Questa misura drastica si unisce alla sospensione delle competizioni sportive non professionistiche, al passaggio dall'insegnamento in presenza nelle università al format virtuale, alla raccomandazione del telelavoro e alle altre restrizioni sociali che stanno pesando dall'estate, come la chiusura della vita notturna o la limitazione delle riunioni a meno di sei persone. "Dobbiamo ridurre il più possibile la mobilità, limitare le relazioni e gli incontri sociali e promuovere il più possibile il telelavoro", ha affermato il presidente ad interim della Generalitat, Pere Aragonés.

Cinque giorni fa il governo spagnolo ha ufficialmente decretato lo stato d’emergenza nella regione di Madrid per l'applicazione di misure restrittive simili subito dopo che il Tribunale superiore di giustizia aveva annullato il lockdown parziale stabilito dal governo. 

red/mn

(fonte: El País)