fonte archivio

Coronavirus, rimandata al 2021 la Cop 26 di Glasgow

Il Segretario Generale Onu, Guterres, condivide l'idea di rinviare la conferenza sul clima ma ribadisce l'importanza di lavorare per contrastare la crisi climatica

È arrivata la decisione del Regno Unito e dell'Ufficio delle Nazioni Unite per il clima (Unfccc) di ritardare la Cop26, la conferenza delle nazioni sul clima che si sarebbe dovuta svolgere dal 9 al 20 novembre a Glasgow in Scozia. L'incontro è stato rinviato a data da destinarsi nel 2021. La causa è il diffondersi dell'epidemia del coronavirus. Lo ha comunicato il portavoce del Palazzo di Vetro.

"Centinaia di migliaia di persone si ammalano gravemente e molti muoiono per il Covid-19, la necessità di eliminare il virus e salvaguardare la vita è la nostra priorità principale", ha dichiarato il segretario generale dell'Onu, Antonio Guterres, che sostiene la decisione di rinviare l'incontro. Guterres ha poi sottolineato che bisogna "proseguire gli sforzi per aumentare l'ambizione e l'azione sui cambiamenti climatici, soprattutto quando i Paesi adottano misure per riprendersi da questa crisi". "La scienza sul clima non è cambiata - ha affermato Guterres - le emissioni sono a livelli record, l'impatto si moltiplica e aggraverà le sfide socio-economiche che questa crisi intensificherà".

Red/cb
(Fonte: Ansa)