Darfo: sospese le ricerche
dell'uomo da parte del CNSAS

Un comunicato stampa rende noto che sono state sospese, fino a nuove disposizioni, le ricerche, da parte del Soccorso Alpino, dell'uomo disperso a Darfo Boario Terme da giovedì 31 maggio

Dal 31 maggio manca da casa F.G, scrittore e insegnante 52enne residente a Darfo Boario Terme (BS).
L'uomo è scomparso mentre si apprestava a fare un'escursione sul lago Moro.

Ricevuto l'allarme di mancato rientro dell'uomo si è innescata la grande mobilitazione dei soccorsi che in casi come questi si mette in moto: sono intervenuti nella ricerca dell'uomo oltre alle forze dell'ordine anche il Soccorso Alpino e la Protezione Civile.

Le operazioni di ricerca dell'uomo disperso da giovedì 31 maggio hanno coinvolto 64 persone (35 gli operatori Cnsas) tra professionisti e volontari, appartenenti a Vigili del Fuoco, Guardia di Finanza, Procivil- UST (Unità di soccorso tecnico) e Carabinieri. Le due Unità cinofile molecolari del Soccorso Alpino avevano individuato una pista, dove si sono poi concentrate le ricerche, che però non hanno portato ad alcun risultato.
Cinque sommozzatori della Procivil e Montisola hanno poi controllato il Lago Moro, mentre i vigili del fuoco con un gommone hanno perlustrato tutto il perimetro del bacino. I tecnici di forra e speleo del Cnsas hanno bonificato tutto l'alveo del Dezzo, dal ponte di Angolo Terme al ponte di ferro di Darfo ed escluso la presenza dell'uomo in quell'area. Le ricerche dall'alto sono avvenute attraverso l'impiego di un elicottero della Guardia di Finanza. Le zone battute sono quelle nei pressi di Capo di Lago, Sorlino e Rodino, ma dell'uomo nessuna traccia.

Ed al momento giunge comunicazione che sono state sospese, in attesa di nuove disposizioni, le operazioni di ricerca che da giovedì 31 maggio hanno impegnato i tecnici del Soccorso Alpino. Proseguono però le indagini da parte dei Carabinieri dei comandi di Breno e Darfo Boario Terme.



Redazione/sm
Fonte: Soccorso Alpino e Speleologico Lombardia