Disperso in Umbria,
ritrovato il cadavere

Non erano molte le speranze di trovare in vita il giovane trascinato, a Corciano, da un torrente in piena

E' stato ritrovato senza vita Pasquale Antonini, il volontario trascinato da un torrente in piena a Corciano, Umbria. Apparteneva all'associazione Misericordia e si trovava in località Solomeo quando è caduto nel torrente Caina. Il volontario stava cercando di evitare che l'acqua del torrente invadesse un sottovia stradale con una colata di acqua e fango. In Umbria il maltempo ha avuto ripercussioni anche sulle strutture pubbliche. L'ospedale di Orvieto - per esempio - è senz'acqua potabile per la rottura dell'acquedotto a seguito di uno smottamento di terreno.

A Perugia si sono registrate numerose chiamate alla sala operativa del 115. Numerose anche le richieste di intervento per allagamenti, smottamenti e caduta piante con ostruzione di strade. Alcune situazioni particolari al momento sono presenti nel territorio del comune di Corciano per la esondazione del torrente Oscano in località Capocavallo con allagamenti di abitazioni; in località Resina di Perugia per allagamenti di scantinati; nel comune di Piegaro e Panicale per allagamenti di abitazioni ed edifici commerciali; in località Gaifana e Gubbio per straripamento di fossi e di piccoli invasi.

D'intesa con le locali amministrazioni comunali, alcune persone sono state evacuate dalle proprie abitazioni anche se al momento non si segnalano danni a persone. A Perugia, poi, in via del Rio una frana ha coinvolto, fortunatamente in modo non grave, un passante.

(Red.)