L'esplosione a Borgo Panigale

Esplosione a Bologna. Ultimi aggiornamenti

Un morto e una settantina di feriti, nessuno dei quali in pericolo di vita

L’ultimo bilancio della terribile esplosione che ha ferito ieri Bologna parla di un morto – l’autista dell’autocisterna coinvolta nel tamponamento – e una settantina di feriti, alcuni dei quali in gravi condizioni ma nessuno in pericolo di vita. Fra di loro anche undici carabinieri e due poliziotti della stradale che stavano gestendo il traffico prima dell'esplosione.

Metà ponte della tangenziale è crollato. Il quartiere di Borgo Panigale è devastato.
Lo spegnimento delle fiamme, che ha richiesto più di due ore, è stato reso difficile dall'elevatissimo calore causato dall’esplosione. L'elicottero dei vigili del fuoco ha recuperato l'acqua dal fiume Reno.

Per favorire i soccorsi e per il timore di ulteriori crolli la zona è stata isolata. Sono rimasti a lavoro le unità cinofile e gli operatori Usar, che si occupano di ricerca e salvataggio in ambienti urbani, che hanno accertato che non c'erano altre persone coinvolte.