Fonte Twitter @hurriyet12turk

Forte esplosione in impianto chimico a Leverkusen, due morti

Una grande nube di fumo nero proveniente da un impianto chimico nell'ovest della Germania ha fatto scattare l'allarme da parte della protezione civile locale che ha chiesto agli abitanti di chiudere le finestre e restare a casa

Una lunga colonna di fumo denso e nero si è alzata sul cielo di Leverkusen, città nell'ovest della Germania. Al momento si sa che la nube è stata preceduta da una violenta esplosione. La protezione civile tedesca ha classificato l'esplosione come "una minaccia estrema" e ha chiesto ai residenti di rimanere all'interno delle abitazioni e tenere le finestre e le porte chiuse, ha riferito l'agenzia di stampa tedesca Dpa. L'esplosione e la nube sono avvenute nel Chempark dove ci sono stabilimenti di prodotti chimici, gli operatori del sito hanno dichiarato che le cause dell'esplosione non sono ancora chiare. Al momento sono stati schierati i vigili del fuoco e dei furgoni per rilevare il livello di inquinamento.  


Prime notizie

Secondo la polizia di Colonia ci sarebbero numerosi feriti nell'esplosione del parco chimico di Leverkusen. L'invito delle autorità su Twitter è quello di lasciar libere le vie di accesso all'impianto chimico. Tutte le autostrade e il Westring sono chiuse, si legge in un avviso pubblicato dai vigili del fuoco di Colonia su Twitter: la A1 tra Colonia-Niehl e Kreuz Leverkusen, la A3 tra Kreuz Leverkusen e Dreieck Langenfeld e la A59 tra Kreuz Monheim-Süd e Kreiz Leverkusen-West. L'esplosione è avvenuta poco prima delle 10 di questa mattina, ha reso noto l'azienda responsabile del sito. Lo scoppio, che ha causato un numero ancora imprecisato di feriti, è avvenuto nell'inceneritore del parco chimico che è gestito da Currenta e ospita gli stabilimenti di 30 aziende. L'operatore del sito ha annunciato che cinque persone mancano all'appello dopo l'esplosione. Il sito è nella zona industriale della città, una ventina di chilometri a nord di Colonia. L'ultimo aggiornamento parla di due morti, 16 feriti e 4 risultano ancora dispersi.

Aggiornato alle 12:00 del 28/7/2021

red/cb
(Fonte: RaiNews24)