(foto: YouReporter)

Frana Montescaglioso: Gabrielli visita la zona colpita

Sabato scorso il prefetto Franco Gabrielli ha visitato la zona di Montescaglioso, in provincia di Matera, interessata da una enorme frana attivatasi a inizio dicembre in seguito alle ingenti piogge

Il Capo della Protezione Civile Franco Gabrielli ha fatto un sopralluogo sabato sulla enorme frana di Montescaglioso, nel materano, constatando di persona i danni causati dal grande movimento di terra innescatosi con il maltempo di inizio dicembre. "Purtroppo, Montescaglioso è la rappresentazione di come questo territorio, negli anni, sia stato antropizzato in maniera non corretta, e prima o poi la natura presenta sempre il conto - ha dichiarato il prefetto Gabrielli - quella delle Cinque Bocche [località in cui si è manifestata la frana v.d.r] era una zona già sottoposta a sistemi franosi e per questo dovremmo interrogarci sul perchè il Pai, il Piano per l'assetto idrogeologico, non l'avesse mappata". La zona infatti avrebbe dovuto agevolare il percorso delle acque a valle, ma così cementificata ha finito per subirne l'effetto distruttivo.

Adesso però l'emergenza c'è, si vede e i cittadini ne stanno pagando il prezzo, per questo motivo Gabrielli ha dichiarato che il Consiglio dei Ministri a breve, ossia nei primi mesi del 2014, dovrebbe approvare l'ordinanza che stabilisce lo stato di emergenza per le zone colpite dal maltempo, compreso Montescaglioso.

Il danno stimato al momento è di circa 60 milioni di euro: la frana ha distrutto un centro commerciale della Lidl, ha devastato una delle principali strade di accesso al centro abitato, ha fatto danni in altre vie e in altre abitazioni, opifici e attività commerciali. I primi fondi che arriveranno dovranno essere investiti per ripristinare la viabilità alternativa e per il completamento delle opere relative alla raccolta delle acque bianche.

Assieme al prefetto Gabrielli, a fare il sopralluogo c'erano anche il viceministro dell'Interno Filippo Bubbico, il governatore della Basilicata Marcello Pittella, l'assessore regionale alle Infrastrutture Luca Braia e il sindaco di Montescaglioso Giuseppe Silvaggi. Dopo il sopralluogo il Capo Dipartimento Gabrielli ha anche incontrato amministratori, tecnici e i rappresentanti del comitato "Terrejoniche", da tempo in protesta per ottenere interventi volti a rimettere in sesto zone già soggette a smottamenti e frane fra Puglia e Basilicata. Il comitato chiede adeguate risorse capaci di garantire sia gli interventi di soccorso sia di dare un primo ristoro alle famiglie ed alle aziende colpite da tre anni di alluvioni devastanti. Una prima risposta è appunto la dichiarazione che appunto il Consiglio dei Ministri valuterà la dichiarazione dello Stato di emergenza.


Redazione/sm