Fonte Pixabay

Frana sul Cervino, evacuati 13 alpinisti

Il crollo è avvenuto nel pomeriggio di ieri, il 2 agosto, dalla Testa del Leone (3.715 metri) sulla via normale italiana del Monte Bianco, poche settimane fa lo stop alle ascese deciso dalle guide alpine della zona

Una frana di grandi dimensioni si è verificata sul Cervino ieri pomeriggio, martedì 2 agosto, attorno alle 17:30. Poco prima del distacco delle rocce dalla parete la Guardia di finanza di Cervinia aveva visto alcuni uomini in cordata sulla via normale di ascesa al Cervino. Per questo motivo, appena c'è stato il crollo di pietre dalla Testa del Leone (3.715 metri), il soccorso alpino valdostano è intervenuto in elicottero per verificare che non fossero rimaste coinvolte persone sotto i detriti. L'evacuazione in elicottero di 13 alpinisti, tutti stranieri, che si trovavano lungo la Gran Becca si è conclusa attorno alle 21. Nessuna delle cordate in discesa è stata fortunatamente coinvolta dalla frana. Dallo scorso 20 luglio le guide alpine della zona avevano deciso di fermare le ascese sul versante svizzero e su alcune vie di salita sul massiccio del Monte Bianco a causa delle condizioni di pericolo dovute al caldo di questo mese, nonostante ciò alcuni alpinisti continuano ad avventurarsi sulla Gran Becca. 

red/cb
(Fonte: Ansa)