(fonte foto: sassuolo2000.it)

Frane nel modenese:
l'emergenza non è finita

Con le recenti piogge nel territorio della Provincia di Modena sono stati registrati numerosi smottamenti che hanno danneggiato in alcuni casi le sedi stradali. Continuano di fatto a staccarsi massi o lembi di terra e dunque non può dirsi terminato il rischio di nuovi smottamenti

L'emergenza frane nella provincia di Modena non può dirsi terminata. Vicino Sestola, poco sopra la provinciale 324, nei pressi della località Madonna dei Faggiotti, un masso di oltre due tonnellate di peso si è staccato da un versante per fermarsi contro le reti di protezione installate da tempo dalla Provincia su questo versante particolarmente instabile.

Durante questi ultimi giorni di pioggia infatti numerose frane si sono staccate in diverse zone della provincia, facendo di fatto aumentare l'attenzione sul territorio e in quei punti particolarmente instabili e fragili.

A Maranello uno smottamento a valle della strada provinciale 41, che collega Torre Maina e Puianello, ha danneggiato parzialmente la sede stradale imponendo la circolazione a senso unico alternato in vista di un intervento di ripristino.

A Montese partiranno settimana prossima i lavori sullo smottamento che minaccia la provinciale 27 nei pressi della frazione di Vaina: con un investimento di 60 mila euro una ditta locale effettuerà lavori di sostegno a valle della carreggiata.

Intanto proseguono gli interventi sulla provinciale 26 di Samone di Guiglia, minacciata da tre diversi smottamenti: uno all'incrocio con la provinciale 623 del passo Brasa, dove è già stato effettuato un intervento di ampliamento della carreggiata per garantire la circolazione in tutta sicurezza; un secondo smottamento ha
danneggiato la sede stradale in un tratto vicino a Samone, e anche qui sono in corso i lavori di sistemazione; la terza frana è avvenuta nel tratto vicino al ponte di Samone, per la quale la Provincia ha previsto un intervento con opere di sostegno del versante che partiranno la prossima settimana, meteo permettendo, con un investimento di 60 mila euro.

Restano infine confermati, in vista di un intervento di ripristino, i sensi unici alternati per frana in un tratto, lungo circa un centinaio di metri, sulla provinciale 27 a S.Giacomo di Montese e sulla provinciale 20 a Montebaranzone di Prignano.



Redazione/sm
Fonte: Provincia di Modena