mareggiata (fonte foto: friulionline.it)

Friuli: 350mila€ per la spiaggia
di Grado erosa dalle mareggiate

Le violente mareggiate abbattutesi nel mesi scorsi sul litorale di Grado (GO), avevano causato danni tali da veder riconosciuto lo stato di calamità: 350mila euro sono stati finanziati ieri dalla Regione Friuli per il ripristino delle spiagge e della linea di costa

Oltre 65mila metri cubi di sabbia "mangiati" dal mare e la battigia erosa al punto da essere arretrata fra 20 e 30 metri: queste le conseguenze delle mareggiate che nei mesi scorsi hanno gravemente danneggiato le spiagge e la linea di costa di Grado (GO). Nei giorni immediatamente successivi alle mareggiate, tecnici della Protezione Civile e rappresentanti dell'amministrazione comunale hanno effettuato sopralluoghi in loco: riconosciuto lo stato di calamità ieri 11 febbraio il vicepresidente della regione Friuli Venezia Giuli, Luca Ciriani, ha firmato il decreto della Protezione Civile che finanzia con 350mila euro l'intervento di ripristino e sistemazione delle spiagge e della linea di costa. 
Questi fondi consentiranno,
dopo una progettazione approfondita, di eseguire gli interventi di ripristino in tempo utile per permettere la regolare attività di tutti gli impianti ricettivi e ricreativi della città: in queste condizioni infatti, l'arenile sarebbe inutilizzabile ai fini dell'attività turistica estiva. L'intervento riguarderà anche la diga dove le onde, sbattendo contro le pietre, si sono alzate fino ad oltre 5 metri causando il danneggiamento della passeggiata a mare, dove alcune lastre di marmo sono state divelte.


red/pc

(fonte: regione FVG)